malcontento. E NASCE “QUARRATA VIVA”

La pagina di "Quarrata viva" su facebook
La pagina di Quarrata viva su facebook

QUARRATA. “Il tempo della denuncia dell’incompetenza e della inadeguatezza di questa amministrazione quarratina si ferma qui. Adesso comincia il tempo della costruzione di qualcosa di nuovo, di qualcosa che possa dare una nuova speranza a questa città. Qualcosa che riaccenda la luce dell’entusiasmo, del lavoro, della normalità declinata nella corretta e razionale gestione della cosa pubblica”.

Attraverso il social network da qualche giorno dal gruppo facebook Quarrata viva vengono lanciati alcuni messaggi rivolti ai cittadini.

Manca ancora la conferma ufficiale, ma evidentemente all’interno del gruppo formatosi da tempo attorno alcune “battaglie” forti  quali la Tares e la difesa dallo smembramento completo dell’ex Ospedale Caselli qualcuno sta prendendo via via coscienza della necessità di “fare qualcosa” per la “creazione del benessere altrui”.

Si avverte un cambio di strategia nella comunicazione che da critica (come lo è stato finora) vuole ora essere “costruttiva”.

Il gruppo eterogeneo, apartitico, come noto in questi ultimi due anni ha promosso alcune petizioni di firme e altre forme di protesta sfociate fino in Regione Toscana. Assiduamente alcuni dei componenti del “comitato” presenziano alle sedute del consiglio comunale mostrando interesse anche per l’attività amministrativa che esula da temi attorno ai quali si erano costituiti.

Stop alle lamentele
Stop alle lamentele

“Gli strumenti per fare qualcosa – si legge in un post del 10 dicembre scorso – ve li abbiamo dati e ne daremo di nuovi. Adesso tocca a tutti coloro che credono che la politica sia soprattutto creazione del benessere altrui guardarsi dentro e decidere se ha voglia di fare qualcosa. E tutto questo perché Quarrata viva”.

A questo primo appello ne stanno seguendo altri, le cosidette “condizioni” rivolte agli interessati, a coloro che “hanno voglia di mettersi in gioco” ma anche agli amministratori locali come monito.

Intanto le prime condizioni su cui riflettere:

Condizione n. 1. “Chi amministra la cosa pubblica deve avere come obiettivo primario il bene della comunità visto sia come obiettivo a breve, medio e lungo termine. Tutto il resto deve andare in secondo piano… persino le proprie ambizioni”.

Condizione n. 2. “Le critiche, le opinioni e i suggerimenti di chi vuole essere partecipe attivamente alla vita politica della città devono essere viste come preziose risorse da valutare e non come fastidiose interferenze”.

Abbiamo chiesto se tutto questo porterà alla costruzione di un nuovo soggetto politico.

“Ci sono persone – ci è stato risposto – che hanno un certo spessore culturale, che dopo averci seguito inizialmente si sono allontanate, forse perché non si riconoscono in metodi beceri e poco costruttivi. Questi non saranno mai elettori del Pd, ma non lo saranno neanche del M5S e tantomeno dei No Tares. Questi però rappresentano il grosso dei non votanti”.

L’idea che ci siamo fatti – in attesa di ulteriori sviluppi – è che ci sia la volontà di creare un “coagulo” con queste persone, che si stia sondando il terreno per cercare di capire se a Quarrata “esiste qualcuno con un po’ di testa che ha voglia di mettersi in gioco” e che si stia aspettando il momento giusto per “chiamare a raccolta” quei cittadini che indipendentemente dalla propria provenienza politica, culturale e ideologica “abbiano – come si legge in un documento ancora inedito pronto ad essere pubblicato – la capacità di affrontare e proporre soluzioni politiche con il solo intento di creare benessere altrui”.

Cheapest prices Pharmacy. Dapoxetine Buy Uk . Official Drugstore, generic dapoxetine.
The south License Your Business Online Pharmacy. Believe conflicting to buy baclofen online pharmacy. does proscar stop hair loss 1111 Oral Maxillofacial 
ceftin what generation cephalosporin acquire ceftin

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “malcontento. E NASCE “QUARRATA VIVA”

Lascia un commento