maltempo. FORZA ITALIA PRATO: IL PRIMO IMPORTANTE TASSELLO PER LA RIPARTENZA? L’APPROVAZIONE DELLO STATO DI EMERGENZA NAZIONALE

Il Coordinamento Provinciale Forza Italia di Prato: “Appena l’emergenza sarà terminata arriverà il momento di sedersi ai tavoli istituzionali per chiedere spiegazioni su questa gestione e manutenzione delle infrastrutture e del territorio regionale in generale, che abbiamo avuto prova essere del tutto insufficiente”

PRATO. A Prato, come nel resto di gran parte della regione, nelle scorse ore abbiamo assistito inermi ed impotenti ad una catastrofe naturale di portata impressionante.
Per questo il Coordinamento Provinciale di Prato di Forza Italia rinnova la propria vicinanza a tutti i cittadini che nel giro di pochi attimi hanno subito ingenti perdite materiali e affettive.
Il bilancio provvisorio è terribile: si contano già 5 morti di cui 2 nella nostra provincia e 4 dispersi.
Per non parlare poi del danno economico ancora tutto da stimare.
Un ringraziamento sentito va a tutte quelle donne ed uomini che in queste ore si sono adoperati per contenere l’emergenza ed i danni. Semplici cittadini che, tramite associazioni di Protezione Civile o in gruppi autegestiti, si sono “arricciati” le maniche ed hanno risolto molte delle criticità che si sono verificate.
Consapevoli che questo dovrà essere il momento dell’unità e della solidarietà, non possiamo esimerci dal condannare fermamente le scadenti politiche di tutela territoriale messe in campo negli ultimi 20 anni nella nostra Regione.
La manutenzione del parco fluviale regionale è ormai una lontana chimera. Ed anche la più semplice ed immediata manutenzione delle caditoie sulle nostre strade si può riassumere nella chiusura dei sottopassi e delle strade completamente allagate già dopo pochi minuti di pioggia.
Anche il tanto sbandierato sistema “IT-ALERT” non ha funzionato e il livello di emergenza preannunciato (arancione) non ha permesso l’immediata organizzazione ed intervento delle squadre di Protezione Civile sul territorio.

Erica Mazzetti

“Sono in costante contatto con Roma ed il Governo grazie al tramite dell’On. Erica Mazzetti – dichiara Gabriele Borchi, Coordinatore Provinciale Vicario — e credo che il primo importante tassello per la ripartenza sia stato l’approvazione dello stato di emergenza nazionale per la Toscana, come annunciato in queste ore dal nostro Segretario e Vicepremier Antonio Tajani e confermato poco fa”.
Appena l’emergenza sarà terminata arriverà il momento di sedersi ai tavoli istituzionali per chiedere spiegazioni su questa gestione e manutenzione delle infrastrutture e del territorio regionale in generale, che abbiamo avuto prova essere del tutto insufficiente.
I Consorzi di Bonifica che sono responsabili della manutenzione e della pulizia dei letti fluviali cosa hanno fatto in questi anni oltre ad inviare i bollettini esattoriali ai cittadini?
E Consiag Servizi Comuni, responsabile della manutenzione delle caditoie stradali, cosa ha fatto e cosa fa, visto che ad ogni pioggia ci ritroviamo una città paralizzata dai sottopassi allagati?
Sono le domande a cui vogliamo una risposta.

Forza Italia
Il Coordinamento Provinciale di Prato

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email