maltempo-quarrata. QUATTRO STRADE ALLAGATE

Le considerazioni di Legambiente: scarsa manutenzione delle fosse e delle parti tombate otturate. Sotto accusa il taglio malriuscito dell'erba
Via del Casone

QUARRATA. Dopo una lunga estate di siccità e incendi è arrivata la pioggia. Tra la serata di ieri sabato 9 e la mattina di oggi sono stati registrati cumulati di 95 millimetri ai pluviometri di Baggio e Pontelungo.

In mattinata ha continuato a piovere in provincia di Pistoia ma fortunatamente non ci sono stati i danni ingenti e i decessi che si stanno contando lungo le zone della costa tra Pisa e Livorno.

Dopo una nottata di forti acquazzoni sul territorio quarratino come da sopralluogo effettuato da Daniele Manetti (Legambiente) in mattinata sono risultate quattro le strade in parte allagate. Molte altre erano al limite di sicurezza.

Via del Falchero

Manetti torna su un problema vecchio: oltre alla acqua alluvionale proveniente da Pistoia ribadisce con forza il problema della scarsa manutenzione delle fosse e delle parti tombate otturate.

Ma andiamo con ordine: le strade allagate stamani erano via Vecchia Fiorentina I Tronco, via del Casone (in vari punti), via del Falchero (che ha battuto tutti i record con circa quindici alluvioni in tre anni, via Campiglio vicino alla chiesa.

Ecco alcune considerazioni di Manetti: “Via Del Falchero e via Vecchia Fiorentina primo tronco, vicino alla Madonna dei Porciani si allagano e continueranno ad alluvionarsi per la tantissima acqua che viene dal comune di Pistoia e quindi stiamo cercando di trovare soluzioni con casse d’espansione sui torrenti minori, da costruire sia sul territorio pistoiese, sia su quello quarratino.

Via Campiglio

Via Campiglio è una strada collinare e ci sono stati smottamenti e altri problemi; l’allagamento di questa strada è un problema da appurare e lo faremo nelle prossime riunioni; via del Casone si è invece allagata per la scarsa manutenzione e perchè l’erba tagliata ha fatto tappo nelle parti tombate”.

Secondo Daniele Manetti infatti “ l’erba tagliata è stata lasciata nell’alveo della fossa. Proprio ieri sabato 9 settembre 2017 alle ore 10 un gruppo di cittadini ci aveva chiamato per farci notare il taglio dell’erba mal riuscito ed avevano chiesto alla nostra associazione di intervenire urgentemente per ripristinare la fossa.

Tutte queste osservazioni tramite un video girato e un documento saranno illustrate agli uffici competenti del Comune di Quarrata”. 

[Andrea Balli]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento