MANILA MONCHI E LA SCOMMESSA DI PORTARE UN CENTRO DI BELLEZZA TRA LE FABBRICHE

Compie dieci anni il centro Totapulchra di via Scarpettini a Montemurlo, nato dalla passione della proprietaria per fabbriche, pezze e muletti
La foto di Manila insieme al personale al completo del centro Totapulchra

MONTEMURLO. Dostoevskij diceva che la bellezza salverà il mondo, di sicuro a Montemurlo la scommessa sulla bellezza e sulla cura della persona ha contribuito a qualificare una zona industriale che, oltre ad aziende tessili di prestigio, vanta oggi esercizi commerciali d’eccellenza.

È il caso del centro di bellezza “Totapulchra” di via Scarpettini — angolo via Milano, che ha festeggiato i dieci anni di attività con una grande festa in strada.

Il centro estetico e parrucchiere è oggi una realtà conosciutissima e apprezzata anche oltre i confini comunali, ma la storia della sua nascita è molto particolare e tutt’altro che semplice: «Aprire un salone di bellezza nella zona industriale è stata una vera e propria scommessa. — racconta Manila Monchi,

Quattordici anni fa, quando ho deciso di trasferire la mia attività di parrucchiera da via Udine, qui c’era il deserto. Il distretto produttivo montemurlese era in piena crisi. Le aziende chiudevano e si trasferivano altrove. Lo scenario in via Milano era sconfortante: capannoni vuoti e un solo bar a presidiare la zona.

Per questo, in tanti mi dicevano:” farai una cattedrale nel deserto” ed effettivamente il mio è stato un pò un salto nel buio».

Ma a Manila le sfide sono sempre piaciute e così ha seguito solo il suo istinto, ha rilevato un vecchio magazzino di stracci e l’ha trasformato in “un tempio” della cura della persona. « Gli architetti, che si sono occupati della ristrutturazione, mi dicevano di schermare il mio negozio rispetto alla zona industriale, ma io non ho voluto.

Manila insieme al personale al completo del centro Totapulchra

Mi è sempre piaciuta l’idea della contaminazione con il mondo della fabbrica.— prosegue Manila Monchi — Amo i macchinari industriali, amo vedere intorno a me i grandi spazi dei capannoni, i muletti che scaricano le pezze, i pancali, le casse di filato, l’operosità del lavoro».

Poi dieci anni fa è iniziata la rinascita del distretto industriale montemurlese, grazie anche all’importante lavoro portato avanti dall’amministrazione comunale, che ha incentivato le aziende a mettere casa nel Comune sotto la Rocca, garantendo burocrazia snella, risposte amministrative rapide, decoro e sicurezza.

« Il Totapulchra con la sua presenza vuole esaltare la bellezza di un distretto industriale che oggi è una vera eccellenza — conclude Manila — La nostra clientela rispecchia questo mondo: persone dinamiche, che lavorano prevalentemente in zona e che vogliono essere curate ma nella praticità. Aver potuto tagliare il nastro dei dieci anni è per me una grande soddisfazione».

Anche il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, ha voluto sottolineare il valore di una scommessa imprenditoriale come quella fatta da Manila Monchi: « Un centro di bellezza in una zona industriale non è una cosa consueta, ma Montemurlo in questi anni è riuscito a crescere proprio scommettendo sulla qualità, sull’innovazione e sul bello. La vitalità del distretto industriale montemurlese rappresenta un traino per lo sviluppo del territorio e in particolare per il commercio come dimostrano i dieci anni di Totapulchra».

Oggi il centro Totapulchra è gestito da Manila e Roberta Monchi per la parte del parrucchiere e da Marco e Silvia Gelli per quanto riguarda l’estetica e profumeria. Il centro ha venti dipendenti tutte molto giovani, infatti, l’età media si attesta sui 25 anni. 

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email