maresca. VIVARELLI: «CHIAREZZA SULLA PISCINA!»

Le Ginestre di Maresca

MARESCA. Carlo Vivarelli del Partito Indipendentista Toscano, candidato Sindaco per il Comune di San Marcello Piteglio per le elezioni della primavera del 2017, torna ad occuparsi della questione irrisolta “piscina di Maresca”, oggetto nel 2016 di due bandi della Provincia di Pistoia, proprietaria dell’immobile e andati deserti, mentre all’orizzonte si affaccia l’idea di costituire una società dilettantistica sportiva che metta insieme varie realtà associative della montagna per realizzare un progetto di gestione da sottoporre alla Provincia per un futuro affidamento.

IL COMUNICATO STAMPA

Il Partito Indipendentista Toscano chiede al Presidente della Provincia di Pistoia una comunicazione tramite la quale l’Ente informi la popolazione delle iniziative, a nostro avviso non trasparenti, che si svolgono intorno all’assegnazione della Piscina di Maresca.

Chiediamo al Presidente, e vogliamo risposta, circa i seguenti punti:

  • chiediamo chiarimenti sui fondi, a nostro avviso esorbitanti, che sono stati spesi negli anni per le gestioni della Piscina, e sul perché adesso si ipotizzano cifre incredibilmente inferiori;
  • chiediamo immediata risposta circa l’agibilità della Piscina dal momento della nascita ad oggi;
  • chiediamo che la piscina sia affidata ad un soggetto che coinvolga in primis tutti i vecchi dipendenti e comunque siano esclusivamente persone toscane del territorio.

Carlo Vivarelli

La piscina scoperta di Maresca

LA LETTERA AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Maresca, 27 Gennaio 2017

Egregio Presidente della Provincia di Pistoia,

Le chiedo con questa mia di rispondermi, ma soprattutto di informare pubblicamente la popolazione, circa la questione dell’assegnazione della Piscina di Maresca.

Dopo la scadenza dei due bandi relativi alla questione, abbiamo assistito alle dichiarazioni congiunte della Fondazione Dynamo e dell’Associazione la Quadriglia di Maresca, che sono intervenute dichiarando che la via dell’assegnazione della Piscina era in pratica già stata decisa a favore di una fantomatica associazione, dal nome ignoto e dai componenti ignoti.

Sono a conoscenza, per certo, che si sono svolte riunioni presso il Comune di San Marcello, cosa che trovo sconcertante, per creare detta associazione.

So per certo che questa manovra, del tutto, ripeto incredibilmente, segreta, cosa che trovo davvero inaccettabile, non è andata a buon fine.

Le ricordo che la Piscina sarà finanziata da soldi pubblici, e che il sottoscritto si rivolgerà a breve alla magistratura e agli organi competenti, se la via per l’assegnazione per la gestione della Piscina di Maresca non sarà chiara, pubblica e sotto gli occhi della popolazione.

Mi risulta che di contenziosi, intorno alle gestioni passate della Piscina, ce ne siano già molti; e di dubbi, circa le condizioni passate della Piscina, ce ne siano anche troppi.

Carlo Vivarelli

La invito dunque a intervenire rendendo pubblico chi possano essere i futuri gestori, ed i costi di tale gestione.

Mi risulta che tali fondi, in passato, siano stati esorbitanti, confronto alle cifre che adesso invece vengono ipotizzate.

Mi interessa sapere dove sono finiti i soldi pubblici spesi per la piscina di Maresca dalla sua costruzione, mi interessa sapere come mai adesso ci sarebbe una così grande differenza.

Mi interessa sapere, in largo anticipo, chi possa essere il nuovo gestore, perché mi sembrerebbe davvero scorretto, che fosse qualcuno che ha in essere dei contenziosi giudiziari con i vecchi dipendenti.

Mi interessa sapere, velocemente, quali sono le caratteristiche tecniche della piscina riguardo all’approvvigionamento idrico, alla caldaia che ne scalda l’acqua, all’agibilità, passata, presente e futura dell’impianto stesso: su questa questione dell’agibilità.

Le chiedo una relazione dalla data di inizio attività della piscina fino ad oggi.

Spero che la prossima gestione, riprendo le parole e le intenzioni del Sindaco di Pescia Giurlani riguardo alla piscina di Pescia, sia saldamente nelle mani del nascente Comune di San Marcello Piteglio ed affidata veramente ad un’associazione locale, composta da tutti gli ex dipendenti della piscina di Maresca, con l’auspicio, tutto politico, che in essa trovino comunque impiego soltanto persone toscane e toscani nate/i e cresciuti/e nella Montagna Pistoiese.

Mi attendo pubblica risposta alle domande da me poste, perché non lasceremo che la Piscina di Maresca sia oggetto di strani maneggi: la informo che se le spiegazioni dell’ente che Lei presiede sulle cifre spese per la Piscina di Maresca, sulle passate gestioni e sulle caratteristiche tecniche della stessa non dovessero essere esaustive, non avrò indugio alcuno a rivolgermi, come detto, a chi di competenza.

Carlo Vivarelli

ALTRO SU LA PISCINA DI MARESCA

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento