marliana. CHELUCCI: “UN SINDACO PERSO, ARROCCATO NEL CASTELLO”

Appare chiara pertanto l’unica ed indiscutibile volontà, sicuramente poco condivisa, da parte del Sindaco Traversari, di farsi affiancare dalle personalità più malleabili e controllabili, in gergo i Signor Sì”

Marliana

MARLIANA. Noto con piacere l’intervista del Sindaco Traversari che ha rilasciato alla stampa nei giorni scorsi, commentando le vicende che investono la giunta marlianese.

Non si può certamente affermare di essere in penuria di fantasia leggendo quanto riportato dalle diverse testate, sicuramente un tentativo di deviare e concentrare l’attenzione verso soggetti che in realtà si sono spesi in tutto e per tutto nell’attività amministrativa senza risparmio alcuno.

Troppo facili e banali i distinguo tra l’ex assessore Chelucci e ed il neo assessore Baldecchi, rinominato tale nonostante la sua ripetuta impossibilità a partecipare alle sedute on line, motivo stesso del voto di astensione al bilancio di previsione.

Nemmeno gli occhi di un bambino rimarrebbero ingannati dalle scuse irridenti addotte dal Sindaco Traversari nel giustificare scelte irrazionali ed esclusivamente personalistiche, aggravate dalla negazione totale di evidenti difficoltà gestionali del gruppo consiliare, manifestatesi prima con le dimissioni del consigliere Doriana Tobaldo e successivamente dell’assessore Mirta Bugossi, quest’ultima con tanti saluti agli amici del gruppo, lasciando anche l’incarico di consigliere. Non possiamo relegare questi eventi a naturali evoluzioni politico – amministrative, né a scelte, accordi o decisioni precedenti, poiché nulla di tutto ciò era stato sottoscritto in fase di composizione liste elettorali ed accettazione degli incarichi.

Appare chiara pertanto l’unica ed indiscutibile volontà, sicuramente poco condivisa, da parte del Sindaco Traversari, di farsi affiancare dalle personalità più malleabili e controllabili, in gergo i “Signor Sì”.

Certamente non è questa la collegialità che conosco e ritengo utile nella macchina amministrativa, nonostante il Sindaco mi accusi pubblicamente della incapacità del sottoscritto a lavorare in gruppo, dopo nove anni di ininterrotto impegno in giunta.

Evidentemente qualcuno è appassionato dalla solitudine dei numeri primi ma si trova nel luogo e nella posizione sbagliata, il tempo e gli avvenimenti prossimi ne saranno testimoni.

Fortunatamente posso camminare a testa alta tra la comunità che mi ha eletto nella attuale maggioranza, non lo so se può dire la stessa cosa di altri.

Il consigliere Marco Chelucci.

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

 

#Telegram

#Twitter

#Facebook

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email