MAROCCHINO UBRIACO ARRESTATO PER LESIONI PERSONALI, VIOLENZA E RESISTENZA. BOLLETTINO CARABINIERI 4 AGOSTO

Via Roma a Agliana
Via Roma a Agliana

AGLIANA. Movimentato arresto nella serata di ieri di un cittadino marocchino per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, denunciato anche per lesioni personali.

Attorno alle 19 di ieri, S.E.H. 24enne, con qualche precedente di polizia a suo carico, già evidentemente ubriaco, è entrato nel bar Il Girasole di via Roma ad Agliana tentando di prendere una bottiglia di birra da un espositore frigo.

Alle rimostranze del titolare dell’esercizio, un 49enne di Montale, in ragione delle condizioni del giovane che non aveva certo bisogno di ingerire altro alcol, questi indispettito gli ha scagliato contro la bottiglia colpendolo alla testa e dandosi subito dopo alla fuga.

Sul luogo è intervenuto un equipaggio della Radiomobile di Pistoia che si metteva sulle tracce del fuggitivo e anche grazie alle indicazioni di alcuni cittadini che avevano assistito al fatto, individuava il giovane nella vicina piazza Gramsci.

Il 24enne, alla vista dei militari li aggrediva violentemente con calci e pugni prima di essere bloccato dopo una violenta colluttazione. Accompagnato presso il comando provinciale ha proseguito a tenere un atteggiamento violento anche in presenza dei sanitari del 118 rifiutando ogni tipo di intervento medico.

Il Pm di turno ne ha disposto il processo per direttissima in mattinata odierna. Il barista è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso del San Jacopo per una ferita lacero contusa alla testa così come i due militari del Radiomobile, il più grave dei quali ha riportato una sospetta lesione ad un ginocchio.

 

carabinieri-arrestoMONTECATINI TERME. I militari della locale stazione hanno notificato ad A.B. pregiudicato 42enne di origine campana, residente nella città termale, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che sostituisce quella degli arresti domiciliari a cui era attualmente sottoposto per varie truffe fra cui quella dello “specchietto”.

L’uomo aveva violato più volte il regime più favorevole dei domiciliari e l’Ufficio di sorveglianza del Tribunale di Firenze ne ha disposto l’accompagnamento in carcere a Prato.

 

LARCIANO. Furto dalle particolari modalità avvenuto nel cuore della notte un’abitazione di via Volta a Larciano.

Furto in casa [repertorio]
Furto in casa [repertorio]
Attorno alle 3 della notte un ladro, appartenente ad una “batteria” composta da tre complici, è stato sorpreso mentre usciva dalla camera da letto di un abitazione posta al primo piano di un piccolo condominio dopo avere rubato un portafoglio e una borsetta.

La coppia di proprietari dell’abitazione, svegliatisi improvvisamente, hanno visto il ladro attraversare rapidamente la stanza e calarsi dal terrazzo intimando loro di rientrare in casa.

La signora però, per nulla intimorita, si è affacciata al balcone e ha urlato di lasciare almeno i documenti cosa che il malfattore, ricongiuntosi con due complici che lo attendevano su un Suv Audi, ha fatto, prelevando i soldi, circa 350 euro, e lasciando portafoglio e borsetta nel giardino del vicino, prima di dileguarsi.

Intervento ed indagini a cura dei militari del Norm di Montecatini e della locale stazione.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento