MASCAGNI IN DIGITALE

Pietro Mascagni
Pietro Mascagni

LIVORNO. Un centro internazionale di ricerca musicale dedicato al maestro tricolore Pietro Mascagni, per la promozione della sua figura e della sua opera rendendo fruibili a tutti online i sui scritti, ma anche immagini, partiture, documenti originali, libri.

L’iniziativa è stata ideata dal Circolo musicale livornese Amici dell’Opera “Galliano Masini” presieduto da Fulvio Venturi musicologo ed esperto mascagnano.

Una struttura di documentazione, dunque, rivolta a musicisti, studiosi, istituzioni teatrali, fondazioni culturali, disponendo di fonti iconografiche e non solo sul Mascagni uomo e musicista, spiega Venturi in contatto anche con gli eredi del celebre maestro di musica.

Il Centro si candida ad istituto di ricerca, avvalendosi di un Comitato scientifico internazionale che già effettua studi su Mascagni, sulle sue opere, sui musicisti che collaborarono con lui, sui rapporti del compositore con la cultura dell’epoca .

L’idea scaturisce dalle attività del Circolo Masini, dedicato al grande tenore livornese del Novecento, la quasi totalità del materiale d’archivio reso disponibile è parte della collezione privata di Fulvio Venturi, autore di varie ricerche e libri su Mascagni.

Nel repertorio, digitalizzato, locandine delle opere con molti spettacoli di debutto, partiture d’epoca, incisioni, libri di approfondimento su opere come “La Pinotta”, “Iris”, sul teatro “Goldoni” di Livorno, fotografie, disegni.

Per accedere all’archivio occorre scrivere un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica: segreteria@circoloperamasini.com; oppure cirmpm@gmail.com; poiché è in fase di completamento fino alla prossima primavera, momento in cui saranno organizzati alcuni eventi legati al maestro dopo il 150mo della nascita celebrato lo scorso anno.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento