MASSIMO FRECCIA, UNO DEI PIÙ IMPORTANTI DIRETTORI D’ORCHESTRA DEL ’900

Massimo Freccia

PISTOIA. Venerdì 1 settembre alle 17, presso la Saletta incontri dell’Ufficio Cultura in via Sant’Andrea, 16, l’Associazione Culturale Massimo Freccia, in collaborazione con il Comune di Pistoia e l’ Associazione Culturale “Gli Amici di Groppoli”  propone un ricordo di Massimo Freccia, uno dei più autorevoli direttori d’orchestra a livello internazionale del ‘900.

In occasione del suo compleanno, il 19 settembre alle 21, si terrà un grande concerto a Villa Stonorov a Felceti, sede della Fondazione Iorio Vivarelli.

Stimatissimo da Arturo Toscanini che lo chiamò a dirigere la sua NBC di New York, fu definito dai critici “l’ultimo erede di Toscanini”.

La conferenza di Massimo Bacci dal titolo Massimo Freccia. Uno dei più grandi ambasciatori della cultura musicale italiana del Novecento nel mondo” approfondirà la figura del maestro, discendente da un’antica famiglia fiorentina, nato a Pistoia, in località Valdibure, il 19 settembre 1906.

Il Maestro Freccia, dopo essersi diplomato a Firenze al conservatorio “Luigi Cherubini”, aveva perfezionato i suoi studi a Budapest, Vienna, Parigi e Berlino fino ad ottenere, nel 1934, la direzione dell’orchestra sinfonica della capitale ungherese.

Trasferitosi in America, su proposta di Arturo Toscanini, di cui era allievo ed amico, i Massimo Freccia è stato il più giovane maestro italiano che abbia diretto stabilmente la New York Philarmonic Orchestra.

È stato amico di tantissimi musicisti e compositori come Ravel, Horowitz, Rubinstein, Serkin, Rossellini, Rota e Molinari. Nel dopoguerra fu direttore dell’orchestra sinfonica della Rai.

[daniele – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento