MASTER ALLA BERKLEE DI BOSTON PER UN GIOVANE TROMBETTISTA PISTOIESE

Jacopo Fagioli
Jacopo Fagioli

PISTOIA.Cinque settimane interamente spesate per un master di un valore di oltre 13mila dollari alla Berklee Music and Art College di Boston, la più celebre istituzione musicale di tutti gli Usa: questo il premio conquistato dal giovane trombettista Jacopo Fagioli.

L’ambito premio è giunto al termine del seminario jazz che lo stesso Jacopo ha frequentato insieme ad altri 300 studenti durante Umbria Jazz. I premiati con questo riconoscimento sono stati una quindicina selezionati dalla stessa direzione del Festival coadiuvata dal pool di insegnanti provenienti dagli Stati Uniti d’America.

 Per il giovane musicista, allievo della Scuola Musicale Mabellini di Pistoia, Liceo Classico Dante Alighieri di Firenze, impegnato nella Montecatini City Band e Mabellini Jazz Orchestra, questo non è certo il primo premio, ma sicuramente è un riconoscimento molto ambito.

Il giovane Fagioli è già noto non solo nell’ambito della città di Giano per le sue partecipazioni a numerose iniziative come i Festival della Musica e delle Arti, Festival e Concerto Uniti per la Fondazione Tronci, tromba solista nel video “Amori di vita” di Oliver Lapio e la partecipazione straordinaria del celeberrimo tenore Carlo Bini che ha già quantificato 10mila visualizzazioni tra Facebook e Youtube, nonché diverse apparizioni televisive e in prestigiosi locali.

Il diploma
Il diploma

Due anni or sono era stato prima tromba alla Young Youth Europian Orchestra diretta dal M° Igor Goretti  durante la tournée che la stessa compagine, composta da oltre ottanta elementi provenienti da vari Paesi europei, aveva fatto in Slovenia, Bosnia, Croazia, Serbia.

Il Berklee College of Music, fondato a Boston (Massachusetts) nel 1945, è il più importante Istituto Universitario privato del mondo dedicato alla musica contemporanea, in particolare allo studio del jazz e della musica moderna americana, ivi compresi prestigiosi corsi sugli stili più moderni come il rock, il flamenco, l’hip hop, il reggae, la salsa o il bluegrass.

Il suo corpo docente è composto da 522 insegnanti e gli studenti iscritti sono 4.447, di cui un migliaio stranieri, provenienti da 91 nazioni diverse. La scuola venne fondata da Lawrence Berk che la chiamò Schillinger House of Music in onore del suo insegnante di musica Joseph Schillinger.

Nel 1954, dopo la nascita di suo figlio Lee Berk, Lawrence cambiò il nome in Berklee School of Music. Successivamente la scuola venne riconosciuta dal U.S. Secretary of Education (ente per la certificazione delle scuole negli Stati Uniti), e il suo nome mutò definitivamente nel 1973 in Berklee College of Music.

All’epoca in cui fu fondata la maggior parte delle scuole di musica si focalizzava principalmente sulla musica classica. La missione originale di Berklee fu quella di fornire un insegnamento formale sul jazz, sul rock e su altre musiche popolari non disponibili in altre scuole di musica.

[culturidea]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento