MEGLIO CHE CESARE BATTISTI RIMANGA IN BRASILE

Perché con l’aria che tira in Italia potrebbero trovargli un posto in Parlamento e a fare conferenze nelle università, tanto già è successo con Schettino che anche lui ha non poche colpe sulla coscienza
Cesare Battisti
Cesare Battisti

SAN PAOLO (BRASILE). In questi giorni, qui in Brasile è riapparso il nome di Cesare Battisti, ma non per una eventuale estradizione, ma perché è stato collegato al nome di Pizzolato il quale procurato in Brasile per vari reati di corruzione ecc., arrestato in Italia solo per il reato di essere entrato con documenti falsi ed in questi giorni rilasciato dalle autorità italiane le quali hanno rifiutato l’estradizione, fra l’altro ha la doppia cittadinanza, il suo avvocato afferma che le sue condizioni di salute non gli permetterebbero di vivere nelle prigioni brasiliane (e lo credo, in Italia sono come alberghi a 3 stelle!).

Detto questo i media brasiliani hanno collegato che potrebbe esserci un collegamento con la non estradizione di Battisti, come si ricorderà è procurato in Italia per vari omicidi e condannato. In Brasile ha ottenuto la permanenza definitiva e lavora per una associazione per i diritti umani, fra l’altro doveva tenere una conferenza in una università del sud del paese ma gli fu vietata.

Il mio modesto parere è che debba rimanere dove è, e non vedo nessun collegamento con Pizzolato, poi con l’aria che tira in Italia potrebbero trovargli un posto in parlamento e fare conferenze nelle università tanto già è successo con Schettino che anche lui ha non poche colpe sulla coscienza!

gringox49

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento