milleluci & millevoci. SULLA FINANZA ALLA TORRE DI CASTRUCCIO “UCCIO UCCIO SENTO ODOR DI TARALLUCCIO”…?

Sembra che il Pd abbia diffuso questa diceria: «Lassù si son dati i soldi per sé». Se c’è qualche cronista provetto (anche quello dallo stesso cognome dello zio fonditore di Parma), non dovrebbe faticare troppo per sciogliere l’enigma di Edipo…


 

L’ENIGMA DELLA SFINGE È PRESTO DETTO:

CHI S’È DATO I QUATTRINI COL MULETTO?

E CHI SCIOGLIE PER BENE LA SCIARADA

ANCHE SE NON HA RÒTE, FARÀ STRADA

_________________________________________________________

 

TUTTI ALL’AIA DI BURICCHI

TUTTI INSIÈM, PÒERI E RICCHI!

 

Tra Casale e le Torri di Castruccio
in questi giorni è uno sforrattolìo.
I giornalisti, abituati al ciuccio,
tempèstan di domande pure dio.

Voglian sapé ugnihòsa, ma di sbuccio
‘un ne voglian sapé punto, permìo!
E allor tutti rinchiusi in un cantuccio:
alle curiosità vi rispond’io.

Perché querela in più, querela in meno,
in un mondo di scemi l’è l’istessa:
tanto val divertissi e fare ippièno.

V’aspetto all’aia dell’Argonne, a messa;
o a quella di Buricchi, senza freno;
ovvér d’i ccuccutrìllo: è una promessa.

                   Però nun fate ressa:
con la Corte dei Conti sulla Rocca,
un si sa mai quel ch’a ciascun gli tocca.

                  Sciacquate ben la bocca,
informatori dal signor ben unti:
giornalisti, su il blocco degli appunti!

                  Siete grassi e non smunti:
tirate fuor la penna ed annotate
ciò che, curiosi, di saper bramate…

 

Bitta Svedesi di Ponte Stella
(cugino di Remo Cerini da Pistoia
e di Timone Fiammiferi da Colecchio)


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email