MILLENARIO SAN MINIATO: ECCO IL FRANCOBOLLO CELEBRATIVO

È questo il “regalo” che il Ministero ha dedicato al Millenario della basilica fiorentina fondata il 27 aprile del 1018 in onore del martire armeno Miniato e che Poste Italiane distribuirà su tutto il territorio nazionale
La presentazione del francobollo

FIRENZE. La facciata dell’Abbazia di San Miniato al Monte, capolavoro del Romanico fiorentino, si trova da oggi raffigurata su un francobollo, emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, e appartenente alla serie “Patrimonio artistico culturale italiano”.

È questo il “regalo” che il Ministero ha dedicato al Millenario della basilica fiorentina fondata il 27 aprile del 1018 in onore del martire armeno Miniato e che Poste Italiane distribuirà su tutto il territorio nazionale.​

 

Il francobollo, che è stato presentato oggi a San Miniato in occasione dell’apertura ufficiale del Millenario, è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in calcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente. Bozzettista e incisore è Maria Carmela Perrini.

Il francobollo

L’annullo primo giorno di emissione sarà disponibile presso lo Spazio Filatelia di Firenze in via Pellicceria 3.

Gli eventi in programma del Millenario dell’Abbazia di San Miniato hanno il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Toscana e della Città Metropolitana di Firenze, il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la co-promozione del Comune di Firenze e la concessione del marchio del Consiglio Regionale della Toscana e sono stati programmati con il sostegno di Eni, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Poste Italiane, Toscana Aeroporti, Guido Guidi, Nextam Partners, Fism e AB Braganti.

[baracchi— gallitorrini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento