MINORANZE DAL PREFETTO: «L’AMMINISTRAZIONE DI SAN MARCELLO EVITA QUALSIASI OCCASIONE I CONFRONTO»

Mauro Lubatti, Prefetto di Pistoia
Mauro Lubatti, Prefetto di Pistoia

PISTOIA-SAN MARCELLO. In data 12 marzo 2014 i capigruppo consiliari Giuseppe Montagna (Insieme per San Marcello), Davide Ferrari (Bene Comune) e Silvio Gaggini (Cambiare si può) sono stati ricevuti dal Prefetto di Pistoia Dr. Mauro Lubatti.

Nel corso dell’incontro sono state rappresentate al Prefetto le problematiche più urgenti del territorio della Montagna Pistoiese a partire dalla progressiva perdita di servizi pubblici. In particolare sono state poste all’attenzione del Prefetto le situazioni derivanti dalla riorganizzazione dell’ospedale e dei servizi sanitari sul territorio, dalla riduzione dei servizi di trasporto pubblico locale, con particolare riferimento alla condizione della ferrovia Porrettana, dalla chiusura e riduzione di orario degli uffici postali. Una particolare attenzione è stata posta alla problematica dell’enorme debito accumulato del gestore idrico comprensoriale Gaia S.p.A. nei confronti dei comuni, le cui conseguenze ricadono pesantemente sui cittadini.

I capigruppo hanno manifestato preoccupazione per l’assenza di una visione programmatica sulla gestione complessiva del territorio della Montagna Pistoiese, aggravata dalla mancata realizzazione dell’Unione Speciale che avrebbe dovuto mantenere le competenze della Comunità Montana, e per la stagnazione delle politiche di associazione dei servizi fra comuni, ormai necessarie a fornire ai cittadini della montagna servizi adeguati alle crescenti esigenze del territorio, ad assicurare un efficiente utilizzo delle sempre più scarse risorse umane e finanziarie, oltre che a garantire più efficaci politiche di tutela dell’assetto del territorio.

Infine sono state rappresentate al Prefetto le difficoltà nei rapporti istituzionali in seno al Comune di San Marcello, dovuti alla chiusura dell’amministrazione rispetto ad un normale confronto e dialogo con i gruppi di opposizione e più in generale con la cittadinanza, anche riunita nei diversi comitati spontanei sorti di recente, così come nelle associazioni che storicamente si occupano dei problemi del nostro territorio. Tale atteggiamento, perpetrato nel tempo, determina uno scollamento istituzionale nel rapporto fra cittadini, forze politiche, associazioni civiche con cui una buona amministrazione non dovrebbe avere timore a confrontarsi (si pensi al caso eclatante delle due recenti assemblee concomitanti).

Per quanto riguarda il ruolo dell’opposizione, è stata sottolineata l’assenza di commissioni consiliari nelle quali potrebbero essere portate e dibattute più proficuamente le attuali problematiche e fatta rilevare la diminuzione delle convocazioni del consiglio comunale rispetto ai precedenti mandati amministrativi, dato ancora più grave in un periodo di così grande difficoltà per il nostro comune. In conclusione, è stato fatto rilevare come sia impossibile per l’opposizione svolgere un ruolo costruttivo di critica e di proposta nei confronti della maggioranza che sembra voler evitare di proposito qualsiasi occasione di confronto.

Giuseppe Montagna, Capogr. “Insieme per San Marcello”
Davide Ferrari, Capogr. “Bene Comune”
Silvio Gaggini, Capogr. “Cambiare si può”

redazione@linealibera.info

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “MINORANZE DAL PREFETTO: «L’AMMINISTRAZIONE DI SAN MARCELLO EVITA QUALSIASI OCCASIONE I CONFRONTO»

Lascia un commento