misericordes. FANTACCI SPIEGHI ALLA COMUNITÀ DEI VOLONTARI QUELLO CHE SA O SI DIMETTA

Riccardo Fantacci, direttore generale, dovrebbe spiegare meglio le accuse di familismo che opprimono la Misericordia di Agliana: non solo per i volontari

Ci riferiscono che dopo la pubblicazione della lettera scritta da Attilio Barontini, alla Misericordia di Agliana incombe il silenzio assoluto imposto dalla reticenza consolidata a sistema. Ma davvero i volontari e cittadini devono restare all’oscuro di tutto? Alcune domande al Direttore dell’Arciconfraternita Fantacci, che chiese al Barontini di riprendersi in mano le sorti dell’Odv aglianese

PISTOIA— AGLIANAA noi di Linea Libera, non sorprende che i volontari evitino ogni commento alla lettera scritta dal Direttore Riccardo Fantacci che, a nome dell’Arciconfraternita madre, confermò le nostre denunce di “controllo familistico” sulla Misericordia di Agliana e con lui anche il notevole coordinatore del 118 Alessandro Vannucchi.

L’incresciosa vicenda vorrebbe essere dimenticata dai colletti bianchi di Pistoia ma a nostro sommesso parere, Riccardo Fantacci potrà/dovrebbe intervenire e spiegare, magari scrivendo una lettera aperta che sarà utile anche al Presidente Giandomenico Giani che deve conoscere le varie sfaccettature che regolano le varie Confraternite in un sistema di gestione indemocratico (presto ve lo dimostreremo meglio).

Del resto le Misericordie ricevono denaro pubblico e dunque devono adottare la trasparenza assoluta, abbandonando ogni reticenza. 

Queste le sette domande:

I tre presidenti storici Corrado Artioli, Ilaria Signori e Attilio Barontini, legati dalla reticenza e la mancanza di trasparenza.

1) L’Arciconfraternita aveva contezza della lite insorta con i tre professionisti Mangoni E./ Mangoni P./ Turelli Lido? Venne forse a saperlo dopo la notifica dei decreti ingiuntivi?

2) Fu lei a chiedere alla Fondazione Caript di conferire una donazione di 300mila euro nel 2010 (il provvedimento monitorio del Tribunale di oltre 330mila euro era del 2009) per tamponare l’emorragia di liquidità?

3) Perché non venne attuato un provvedimento di commissariamento nei confronti di Artioli e Morosi che – lo dice lo stesso Fantacci – avevano soggiogato la Confraternita aglianese in un controllo “familistico”?

4) Cosa pensa l’Arciconfraternita delle limitazioni attuate ad Agliana, per il controllo d’ingresso dei cittadini nell’assemblea dei soci?

(Anche nelle elezioni ultime ci furono dei pensionati che vennero messi in lista proprio e solo, ci hanno spiegato, per sopperire con delle “teste di legno” alla penuria di candidati alla nomina in Consiglio).

Al neo presidente nazionale Giandomenico Giani, gliela vogliamo raccontare tutta la verità?

5) Non pensano i responsabili dell’Arciconfraternita che questa incresciosa situazione di Agliana, sia il termometro della più ampia generale condizione nazionale sofferta dal sistema delle OdV Misericordie (lo dice la Vecchia Guardia: controllate quì), sorrette da Magistrature (i Consigli direttivi si chiamano ampollosamente così) allineate a perversi disegni di indirizzo dei colletti bianchi?

6) E infine, cosa ne pensa di questa vicenda il consigliere nazionale neo eletta Ilaria Signori, artioliana di ferro già nominata nel 2014 (in violazione dello Statuto per un semestre necessario alla formalizzazione di una elezione che sembrerebbe dunque “pilotata”)?

7) Secondo l’Arciconfraternita, la reggenza del’Avvocata Signori è davvero espressione di una elezione spontanea o è la conferma del mantenimento di uno status quo garantito dalle teste di legno delle famiglie controllanti e perciò denunciate dal Fantacci per iscritto (lèggasi il tandem Artioli/Morosi) nella genuina telefonata di appello al Barontini del Gennaio 2013?

Comunicazione mail del Barontini del Gennaio 2013 (1)

Comunicazione mail del Barontini del Gennaio 2013 (2)

Quando si vorrà aprire alla trasparenza e pubblicità degli atti gestionali che dovrebbero essere improntati alla ricerca della migliore autonomia decisionale e correttezza amministrativa, proprio per quanto riguarda assunzioni, incarichi fiduciari e atti di straordinaria amministrazione delle Confraternite tutte?

Riccardo ci sei o ci fai?

Coraggio rispondi alle domande che il nuovo Presidente Giani e la vasta platea dei volontari attendono impazienti di conoscere la verità.

Alessandro Romiti

[alessandroromiti@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email