misericordia agliana. TANTI AUGURI (E TRASPARENZA) PER LA FESTA!

Con la seconda Domenica d’Avvento, arrivano Sant’Ambrogio, la Madonna e la Festa della Misericordia, che però non ha ancora risposto alle famose dieci domande.
La Signori e Franco Benesperi, nuovo portavoce (parlerà?)

 

AGLIANA. La Misericordia di Agliana, si prepara alla festa dell’8 dicembre, e noi non possiamo che partecipare i nostri sinceri affettuosi auguri ai volontari che in questi giorni, abbiamo avuto il piacere di incontrare in varie occasioni.

Al San Jacopo, abbiamo saputo – per la confidenza di un volontario trasparente – che l’Ilaria Signori, non ha ancora provveduto a 5 mesi dall’insediamento, a informare il nuovo Consiglio direttivo delle incresciose vicende nella quale la Misericordia si è trovata per la scriteriata lite con i professionisti Mangoni.

“Acqua passata” diranno i molti devoti al presidentissimo Artioli, ma non è così per il denaro sperperato, circa 450.000 euro che nessuno ha mai precisato e che il Rag. Bruno Gori, ha inserito nelle spese “ordinarie” di costruzione del prestigioso immobile di piazzetta Misericordia 1.

L’Assessorre sceriffo Ciottoli è rimbalzato: neanche a lui hanno risposto!

Anche Gori, revisore dei conti fino allo scorso giugno, ha resistito alle richieste di chiarimento e risposta alle nostre domande riportategli dall’Assessore sceriffo Maurizio Ciottoli: anche  lui è tornato con le braccia allargate dicendoci che per le risposte, dovevamo andare a conferire riservatamente con loro!

Ma ci faccia il piacere, direbbe Totò!

Adesso ci sono tre nuovi revisori (avranno detto che sei occhi, vedono meglio di due) e – finalmente, ci perdoni il Renè – un addetto stampa con le contropalle: Franco Benesperi.

Un uomo di esperienza degli apparati di molti board e che dunque, non avrà difficoltà a ricevere i giornalisti e rispondere con trasparenza, chiarezza e completezza alle loro domande.

Insomma, le nostre, sono ancora inevase dal 2013: Franco, pensaci tu! 

Il Consigliere della Fondazione Elisabetta Tesi riuscirà a riportare la Confraternita a nuova vita?

Del resto, la Misericordia adora la trasparenza e la correttezza, come è stato dimostrato dalla “espulsione attenuata” dei coniugi Paolo e Gioietta Vagnozzi che, si sono dovuti rassegnare e affidarsi alla “Misericordia divina”.

E anche questo anno ha chiuso con una perdita: riusciranno i nuovi consiglieri a raddrizzare l’andazzo della barca, esposta da una costante chiusura negativa dei bilanci di esercizio? 

E l’Elisabetta Tesi, potrebbe supplire alla grave carenza di informazione sulle “penose vicende” (lo disse Artioli) che hanno visto la Confraternita esposta ad una lite ridicola, resa nota solo dal nostro quotidiano?

A proposito: quando si riaprono le iscrizioni libere e universali alla carica di socio?

Alessandro Romiti
[alessandroromiti@linealibera.info]
Lo disse Artioli e confermò Signori:
«I rompipalle, dalle palle fuori!»


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email