MISSING MASSES, IL BORGO DI SERRAVALLE RIPENSATO DA CINQUE ARTISTI E DAI BAMBINI

Il manifesto
Il manifesto

SERRAVALLE. Missing Masses #7 – Playing in the City, ovvero come cinque creativi ripensano lo spazio pubblico (quello dell’antico borgo di Serravalle Pistoiese) attraverso l’esperienza dei bambini.

Una mostra diffusa di arte contemporanea, dal 3 al 25 ottobre, con installazioni e opere di Jonathan Calugi (visual design), Lucia Mazzoncini (teatro), Matilde Montalti (architettura), Olga Pavlenko (arti visive), Nadia Tirino (musica), curata da Giacomo Bazzani.

Il vernissage si terrà alle ore 17.00 di sabato 3 ottobre. La presentazione ufficiale sarà itinerante, con ritrovo in piazza Magrini n.3 da dove si partirà alla scoperta delle opere installate nei siti più suggestivi del paese. Seguirà un aperitivo presso il ristorante Sciatò. (Info: cultura@comune.serravalle-pistoiese.pt.it – tel. 0573-917204 – www.massemancanti.it ).

“Attraverso questo settimo percorso di Missing Masses – spiega l’Assessore alla Cultura, Simona Querci – il borgo sarà valorizzato in ogni sua parte da giovani artisti affermati che proporranno letture inedite dello spazio urbano, intrecceranno ricordi e racconti di bambini ed adulti, creeranno legami inusuali tra architettura, gioco e suoni. Serravalle diventerà un vero e proprio laboratorio ludico e artistico, dove i protagonisti saranno i bambini, anche di generazioni differenti”.

“In questo progetto siamo coinvolti con altre due amministrazioni, quella di Monsummano Terme, che è capofila, e quella di Quarrata e ciascuno dei tre Comuni ha deciso di proporre una nuova e diversa fruizione del proprio territorio attraverso l’arte contemporanea – spiega l’Assessore Querci –. Colgo l’occasione per ringraziare don Stanislaw per la consueta collaborazione”.

Il progetto Missing Masses – Masse Mancanti, a cura di Giacomo Bazzani, è realizzato dal Comune di Monsummano Terme, dal Comune di Quarrata, Comune di Serravalle Pistoiese-Assessorato alla Cultura, Università di Firenze – Dipartimento di Scienze politiche e sociali, Fondazione Jorio Vivarelli, Fondazione Giovanni Michelucci e Associazione culturale Uscita Pistoia.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci, nell’ambito del progetto regionale “Cantiere Toscana Contemporanea”, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

Le iniziative presso il Comune di Serravalle Pistoiese sono realizzate in collaborazione con Sciatò.

“Le strade, le piazze e gli edifici non sono elementi neutri ma organizzano e regolano i rapporti tra le persone e tra queste e il proprio ambiente – spiega il curatore Bazzani nella sua presentazione – Sono oggetti e spazi che spesso prescrivono comportamenti e, talvolta, anche pensieri. E se questi spazi, oggetti, ed i programmi che portano con se per le persone che li usano, fossero pensati a partire dall’esperienza che ne possono avere dei bambini?”.

Così Jonathan Calugi trasforma un antico locale del borgo in un laboratorio ludico dove l’immaginario fantastico dell’artista è trasposto in oggetti di uso quotidiano, utilizzando tecniche serigrafiche.

Nell’Oratorio della Vergine Assunta, Lucia Mazzoncini crea un dialogo audiovisivo tra infanzia passata e infanzia presente, attraverso ritratti fotografici e voci che raccontano storie.

Matilde Montalti reinterpreta lo spazio di Serravalle Pistoiese con piccoli interventi che cambiano repentinamente l’uso e il significato di arredi e spazi urbani.

Nel loggiato della Pieve, Nadia Tirino installa un pentagramma sonante e suonabile. Gli edifici storici del borgo diventano la cassa di risonanza di un’esperienza ludica ed effimera della musica, situata in un presente sospeso dal gioco.

Olga Pavlenko occupa gli spazi pubblici del borgo con un’installazione, composta da materiali di scarto, che trasforma il Castello in un nuovo punto di osservazione sul paese. Un’opera che cresce con la collaborazione dei bambini del territorio.

ORARI. Gli orari di visita sono: mercoledì e giovedì 10-13; martedì, venerdì, sabato e domenica 10-13 e 16-19; lunedì chiuso. Domenica 18 ottobre, alle ore 17.30 nella Chiesa di San Michele, si terrà il Concerto del Coro di voci bianche di Firenze e Scandicci e dell’Orchestra d’archi “Petit Ensemble”.

[comune serravalle]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento