MODERNO DI AGLIANA, L’OMAGGIO A PASOLINI

“Notturno Pasolini”
“Notturno Pasolini”

AGLIANA. Per la rassegna “Allena la tua mente”, venerdì 18 novembre alle 21 (prezzi: intero 10 euro, ridotto 8 euro) va in scena al Teatro Moderno il “RedReading#1 – Notturno Pasolini” della compagnia Bartolini/Baronio, un reading a metà fra il concerto e lo spettacolo teatrale.

L’opera, scritta e interpretata da Tamara Bartolini e Michele Baronio con la partecipazione di Renato Ciunfrini, nasce dall’idea di proporre una lettura originale, basata sia sulla narrazione, sia sulla musica, su una delle figure di intellettuali più complesse, significative e controverse del Novecento.

Non un semplice omaggio alla vita e al pensiero di Pier Paolo Pasolini attraverso la rievocazione delle sue opere, ma uno spettacolo corale, che, a partire dal libro “L’ultima intervista di Pasolini” di Furio Colombo e Gian Carlo Ferretti, compie una vera e propria indagine letteraria “scavando” e cercando dentro diversi formati.

Attraverso le voci dI vari personaggi il “red reading” conduce il pubblico “in un corpo a corpo con quello che per ognuno di noi rappresenta intimamente Pasolini, cercando dentro le sue parole la nostra urgenza di dire, di rimettere in ordine i pezzi o di lanciarli nel caos. Unica mappa di questo avvincente viaggio, le sue canzoni che tra stracci rossi e odore di petrolio continuiamo a cantare”.

Alla performance parteciperanno, in qualità di ospiti, il libraio-filosofo Mauro Pompei e i musicisti Claudia Tellini e Nicola Vernuccio.

Domenica 20 novembre, alle 16:30, sarà invece ospitato lo spettacolo per bambini e famiglie “Che tempo! Che tempi…” della compagnia “I formaggini guasti”, all’interno della giornata solidale “Un biglietto di pane” organizzata in collaborazione con il Comune di Agliana.

[associazione culturale il moderno]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento