MONSUMMANO, I 5 STELLE ABBANDONANO IL CONSIGLIO

Il Comune di Monsummano
Il Comune di Monsummano

MONSUMMANO. All’inizio della discussione sulle osservazioni alla Variante Generale al Piano Regolatore (P.S. e R.U.) il nostro Consigliere Cioni ha letto una dichiarazione di voto, a nome di tutte le opposizioni concordi, nella quale spiegava dettagliatamente che, vista l’inesistente propensione della maggioranza ad un qualsiasi dialogo concretamente costruttivo, le opposizioni tutte non avrebbero partecipato per protesta alla votazione ed anzi sarebbero uscite dall’aula.

Il prossimo 10 marzo la Regione approverà un Piano di Indirizzo Territoriale con indirizzo Paesaggistico di valore prevalente sui piani Piani Comunali che addirittura impedirebbe l’entrata in vigore della stessa Variante adottata un mese prima delle elezioni dal Pd.

Dopo mesi di istruttoria segreta delle osservazioni inoltrate dai cittadini, la maggioranza approverà in fretta, con poche correzioni da loro concertate, prendendo poi qualche anno di tempo per adeguarsi agli indirizzi della Regione dove e come necessario.

Il M5S è entrato nelle istituzioni per dare voce a quei cittadini che ci hanno votato. Pretendiamo dalla maggioranza il rispetto che si deve ad una forza di opposizione. Non accettiamo che ci venga detto che loro sono la maggioranza e quindi hanno ricevuto il mandato per poter decidere per tutti, indipendentemente da chiunque!

Ebbene si, sappiatelo, questa è la prassi, come dichiarato e verbalizzato anche in occasioni istituzionali come la Commissione Permanente. Dobbiamo ricordare alla maggioranza che sono a governare il comune con il 32% dei voti degli aventi diritto e che due terzi dei monsummanesi non hanno voluto dare il proprio consenso al programma Pd!

Non è la prima volta che, a Monsummano, le opposizioni escono dall’aula. Era già successo in occasione della votazione sulle Commissioni Consiliari, quando la maggioranza impediva la rappresentanza di tutti i gruppi di opposizione in ogni Commissione. Oggi le opposizioni sono tutte rappresentate nelle varie Commissioni.

Forse la nostra protesta non era così sbagliata, o qualcuno crede che ci abbiano fatto un regalo? In Commissione non ci permettono comunque di contribuire: abbiamo avuto solo 10 giorni per rispondere ai pareri dei tecnici, non mesi come loro. Abbiamo comunque proposto ed argomentato critiche in modo costruttivo e documentato.

La risposta, con la scusa dei tempi tecnici e del favore elettorale, è stata che niente sarebbe stato accolto. Il gesto di protesta dell’uscita dall’aula è una denuncia della mancanza di democrazia in questa amministrazione.

MoVimento 5 Stelle Monsummano Terme

Scarica e leggi: M5S-20150215 dichiarazione di voto

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento