montagna. APPELLO PER RESTAURARE LA FAP DI PRACCHIA

La vecchia stazione Fap
La vecchia stazione Fap

PRACCHIA. Pubblichiamo l’appello di una lettrice, affezionata frequentatrice della nostra montagna.

Da anni innamorati dell’Appennino, dove trascorriamo le vacanze e i fine settimana, a Pracchia dove abbiamo trovato i servizi minimi che ci servono (negozio, farmacia, parrocchia, bar-ristorazione) e diversi amici.

Abbiamo messo anche a disposizione, nelle scorse estati le nostre competenze, organizzando l’apprezzata rassegna “Pracchia in musica”. Sentita la notizia di Pistoia capitale della cultura, ci chiediamo se questa potrà essere un’opportunità anche per Pracchia, che allo stato attuale ha diverse criticità.

In particolare abbiamo notato lo stato sempre più compromesso della vecchia stazione Fap, l’unica a non essere mai stata restaurata. Per questo abbiamo lanciato una petizione su Change, per vedere se qualcosa potesse mai smuoversi, risvegliando l’attenzione su questa triste situazione di incuria e degrado.

Per Pracchia, per la montagna quella piccola stazione, di cui ancora s’intuisce la semplice eleganza, ha un forte valore simbolico. Aspettiamo che crolli tutto? La cultura si fa anche con i fatti e non solo nel centro di Pistoia.

C’è anche la montagna. Questa la petizione: https://www.change.org/p/ferrovie-dello-stato-stazione-fap-di-pracchia-binario-morto

Chiara Sirk

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento