montagna tosco-emiliana. ECCO LA SVOLTA PER LA CRESCITA

Il direttore di Confesercenti Pistoia Bruzzani
Il direttore di Confesercenti Pistoia, Riccardo Bruzzani

ABETONE. Il sottosegretario Luca Lotti per il Governo, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e l’assessore regionale Andrea Corsini per l’Emilia Romagna hanno siglato all’Abetone e a Sestola un accordo storico: 20 milioni di euro garantiti dal Governo, ai quali se ne aggiungeranno altri 20 in totale dalle due Regioni.

“Grazie all’impegno assunto dal Governo – commenta il direttore provinciale della Confesercenti Riccardo Bruzzani – avremo un comprensorio unico tosco/emiliano per uscire dalla crisi e costruire un nuovo futuro economico per la Montagna. Questa è la condizione per la tutela del territorio montano e anche per l’ammodernamento delle infrastrutture di collegamento”.

La priorità è rendere competitiva la montagna per la sua capacità di attrarre i turisti con impianti e servizi adeguati e moderni. In tal modo si crea ricchezza e s’impedisce lo spopolamento. “Adesso però – dice Bruzzani – i denari vanno spesi e bene. Strategico è il collegamento Doganaccia/Lago Scaffaiolo/Corno alle Scale per il periodo della neve e per quello estivo, poiché gli impianti sono indispensabili per l’offerta escursionistica, culturale e di segmenti come il trekking, l’orieentering, il rapporto con le scuole e gli studenti.

Sono necessari seri approfondimenti e scelte coraggiose in merito alla gestione degli impianti, uscendo da una visione assistenziale che impedisce lo sviluppo. Tutto deve essere riqualificato e rilanciato, dagli impianti delle stazioni sciistiche, agli alberghi, alla ristorazione e alle attività agricole specializzate. Occorre una linea specifica di finanziamenti destinati all’ammodernamento delle strutture ricettive che Regione, banche, Confidi devono costruire”.

Essenziale, in questo progetto, anche la promozione, che per la Montagna dovrà essere unitaria e coordinata, abbracciando territori ampi per mettere in evidenza tutte le risorse e mirando a portare anche nel breve nuovi flussi di clientela. È inoltre indispensabile una progettualità innovativa per la comunicazione.

“Insomma – conclude Bruzzani – la svolta impone un salto di qualità a tutti. Confesercenti si sente fortemente impegnata per contribuire al percorso della svolta. Siamo a disposizione delle imprese per sostenerle nell’attività di commercializzazione, attraverso il nostro consorzio, e per la realizzazione di progetti d’innovazione delle strutture e dei servizi, utilizzando al meglio i finanziamenti regionali”.

[confesercenti pt]

_______________

TEMPI NUOVI, SISTEMI VECCHI

Montagna. Che tempo fa?
Montagna. Soldi a pioggia…

 

COME VEDETE la Democrazia Cristiana è risorta: anzi non è mai finita.

Solo che oggi ha cambiato nome: si chiama Partito Democristiano. Ma continua a lanciare milioni a pioggia qua e là.

Ovviamente chiedendo un Sì per Renzi e la sua riforma costituzionale.

Il popolo minuto s’inchina e ringrazia: gli tagliano la sanità, ma favoriscono le imprese private e il turismo sulla neve…

l.f.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento