montale. CHIUSURA DEI CIMITERI, IL CENTRODESTRA IN TOTALE DISSENSO

Franco Vannucci ha chiesto al sindaco di ritirare l’ordinanza emanata

Cimiteri chiusi a Montale

MONTALE. [a.b.] In merito all’ordinanza emanata dal Sindaco ieri, che impone la chiusura del cimitero di Montale capoluogo, cimitero di Fognano e cimitero di Tobbiana, da oggi al 03 dicembre 2020, il centrodestra montalese ha subito manifestato il proprio totale dissenso.

“Capiamo benissimo l’esigenza di contenere i contagi, ma – scrive Franco Vannucci — riteniamo che tale decisione pecchi di sensibilità. Non crediamo, infatti, che nei cimiteri si possano creare  assembramenti in quantità maggiore rispetto ad altri luoghi, anzi riteniamo il cimitero un luogo di raccoglimento e quindi di isolamento. 

Pensiamo che lasciare aperti i cimiteri sia importante per tutte le persone, ma ancor più per gli anziani che soffrono molto in questo momento di restrizioni, sono impauriti, ed una parte di loro vive spesso in solitudine  questa emergenza.

Poter andare a fare visita ai propri cari defunti per qualche minuto al giorno, può essere motivo di sollievo e di necessità. Inoltre la chiusura è avvenuta senza nessun  preavviso, in quanto è stata comunicata  poco tempo prima della chiusura stessa dei cancelli dei cimiteri.

Ad oggi, il dpcm non prevede la chiusura dei cimiteri  nelle zone rosse, neppure il comune capoluogo ha chiuso i cimiteri e per quello che ne sappiamo nessun comune della provincia e delle vicine Montemurlo e Prato.

Chiediamo al Sindaco — conclude Vannucci — di ritirare tale ordinanza”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email