montale. SINDACO BARRICATO MENTRE LA PIAZZA GRIDA «IO NON CIS TO»

In tanti davanti al palazzo comunale di Montale
In tanti davanti al palazzo comunale di Montale

MONTALE. Sulla manifestazione “Insieme per un ambiente migliore” promossa dal gruppo “io non Cis to”, il gruppo Sinistra Unita per Montale scrive:

Manifestazione imponente e davvero bellissima quella di oggi (ieri per chi legge – n.d.r.) a Montale organizzata dal Gruppo Io non CIS to che raggruppa forze politiche di diversa estrazione dei Comuni di Montale, Agliana e Montemurlo.

I cittadini e le associazioni in piazza erano davvero tante. Il corteo si è mosso da Piazza Matteotti fino a raggiungere il palazzo comunale, dove sono stati affissi i vari striscioni e accesi numerosi lumini in ricordo delle vittime delle malattie correlate alle problematiche ambientali.

Nessun rappresentante dell’amministrazione comunale o del Pd locale (che più volte ha affermato di essere favorevole alla chiusura dell’impianto…!) era presente alla manifestazione e la giunta ha accuratamente evitato la presenza e il confronto con i cittadini.

Un’occasione davvero perduta da parte di coloro che si sono più volte dichiarati “a favore della chiusura nel 2023” e soprattutto un’occasione perduta da parte del Sindaco il quale, un quarto d’ora dopo la fine della manifestazione, è uscito fuori dal palazzo comunale chiuso, con grande sorpresa di coloro che si erano trattenuti nella piazzetta antistante.

Si tratta, con tutta evidenza, di un caso di tempistica errata: sia nel caso in cui fosse già all’interno sia che fossearrivato “in ritardo”, non ha potuto confrontarsi con una piazza così numerosa e bella. Ne sarà sicuramente dispiaciuto.

Sinistra Unita per Montale

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

6 thoughts on “montale. SINDACO BARRICATO MENTRE LA PIAZZA GRIDA «IO NON CIS TO»

  1. Buon giorno: è ora di essere chiari. Questo inceneritore, obsoleto, che ha finito da tempo il ciclo di vita normale per questi impianti, viene tenuto aperto contro ogni logica e contro la legge. Il problema è che non c’è un magistrato che al momento voglia certificare questo dato di fatto. Solo nella Repubblica delle Banane a fronte di ripetuti, costanti sforamenti si impone alla gente una schifezza del genere. Gente è ora di svoltare, in modo democratico ma svoltiamo. Piantiamola una volta per tutte di votarli: l’avete capito o no che il modello toscano non esiste? L’avete capito o no che vi prendono in giro da 50 anni? Bisogna avere il coraggio di fare un salto nel buio, che potrebbe poi rivelarsi un salto nella luce e comunque non può essere, moralmente, peggiore della condizione attuale. Ora siamo sudditi, pecore da tosare per mantenere i loro privilegi da Medio Evo, se non ritroviamo un minimo di dignità e amor proprio tanto vale andarsene.

  2. ALBERTO GUERCINI (Agliana in Comune) su facebook: “Il Sindaco ‪‎Betti‬ è stato visto uscire dal Comune poco dopo la manifestazione. Ritengo il suo comportamento offensivo per tutti quei cittadini che hanno deciso di manifestare davanti al palazzo comunale. Anche se è stato eletto da una parte della popolazione, il Sindaco deve essere il Sindaco di tutti e quando decide di non partecipare e di rintanarsi in Comune dimostra che non è minimamente interessato ad ascoltare i cittadini. Aspetto di essere smentito dal Sindaco stesso e sono curioso della presa di posizione del Partito Democratico riguardo alla manifestazione di ieri”.

    1. posizione del PD…mmmm…cosi a naso direi che non esiste, nel senso che la tattica è quella di non dare risposte in attesa che la gente si stanchi. E siccome c’è molta gente che ha il carevello pieno di cotechino, panettone e spumante, temo che abbiano ragione loro.

  3. Angela Canelli (da facebook): Ma le mamme di Montale …. Non c’erano !!!!
    ………..potreste essere anche in 400, forse la prossima volta in 450, magari in 500… ma gli altri rimarranno sempre a casa… perché pensano che siano sempre qualcun altro a pensare al futuro dei loro figli… poi si lamentano che tutto è ingiusto e che nessuno fa niente… per il resto l’unica domanda che si possono porre è “cosa c’è stasera in tv? Non illudetevi, non alzeranno mai un dito per i loro figli..

    1. Angela Canelli ha ragione….ma pecca di ottimismo: ci sono mamme il cui cervello ormai è definitivamente stato riassorbito dal resto dell’organismo (un tempo avevano un ruolo, minimo, ma l’avevano: portare pantofole e giornale all’uomo stanco dopo il lavoro ora con sta storia dell’emancipazione, che chiaramente non è alla portata di tutte si sono illuse e sono andate in confusione…povere donne…uno, due, tre, via ! Insultatemi pure.)….non ve n’è più traccia: Le riconosci dal look stile “uomini e donne” aggravato dall’età matura, dallo spippolare costante su wuozzappe e dalla pessima educazione dei loro figli. Ragazzi…ma dove si va in un paese dove è stato creato un blocco di più di un milione di persone che campando di politica e di 3 milioni e mezzo di pubblici dipendenti che hanno il terrore di qualsiasi cambiamento, necessario a permettere almeno la sopravvivenza a chi gli paga gli stipendi a suon di tasse? Qui è un circolo vizioso.

Lascia un commento