montecatini. FASE 2, DA LUNEDÌ 4 MAGGIO RIAPRONO LA PINETA E GLI ALTRI PARCHI E GIARDINI

Il sindaco Baroncini: "È il momento di ripartire, di ridare la possibilità alle persone di vivere e a tutti noi di riappropriarci degli spazi urbani che sono nostri"
La pineta di Montecatini

MONTECATINI. Dopo la riapertura dei due cimiteri comunali, l’estensione della possibilità di vendita da asporto anche alle bevande e non solo al cibo, la riapertura dei mercati settimanali di generi alimentari, riaprono da lunedì 4 maggio anche la pineta, gli altri parchi e giardini pubblici di Montecatini Terme.

“È il momento di ripartire, di ridare la possibilità alle persone di vivere e a tutti noi di riappropriarci degli spazi urbani che sono nostri! Chiaramente nel doveroso e giusto rispetto delle necessarie misure di sicurezza” scrive il sindaco Luca Baroncini.

L’ultimo DPCM prevede finalmente la possibilità, a partire dal 4 maggio, di riaprire i parchi e giardini pubblici condizionata al rigoroso rispetto del divieto di assembramenti e del rispetto delle distanze interpersonali. Il decreto stabilisce anche che il Sindaco possa tenerli chiusi nel caso in cui non sia possibile assicurare il rispetto di queste regole.

“Anche considerato il grande senso civico che hanno avuto i montecatinesi in questi mesi e il comportamento responsabile che hanno dimostrato rispettando le regole – continua Baroncini – ho deciso di assumermi la responsabilità di non tenere ulteriormente chiuse le nostre aree verdi.

Luca Baroncini

È ora di tornare gradualmente alla normalità e di consentire anche alle persone di poter svolgere quella necessaria attività motoria e fisica fondamentale per la salute e il benessere psico-fisico di ciascuno di noi. Certo sarà adesso fondamentale la collaborazione dei cittadini nel continuare ad essere educati e rispettosi delle prescrizioni, ma io so chi sono i montecatinesi e ho grande fiducia in tutti”.

Il comune ricorda che

  • È vietata ogni forma di assembramento e comunque non più di 2 persone insieme, a meno che non siano conviventi;
  • È obbligatorio indossare la mascherina e rispettare la distanza interpersonale (nel DPCM c’è scritto 1 metro, ma in Toscana è pari a 1,8 metri!);
  • Non è consentito svolgere attività ludiche, ricreative o sportive che prevedano contatti o il non rispetto delle distanze;
  • È invece consentito svolgere individualmente (o con accompagnatore per i minorenni e le persone non completamente autosufficienti) attività sportiva o motoria. Per l’attività sportiva però la distanza di sicurezza è di almeno 2 metri;
  • I bambini devono essere accompagnati da una persona adulta (familiare o baby sitter con autocertificazione) che curerà la loro attività e il rispetto delle distanze;
  • Come da DPCM restano chiusi e inutilizzabili i giochi pubblici per bambini come scivoli ecc ed eventuali attrezzature sportive presenti nei parchi.

“Si va nella direzione – conclude il sindaco di Montecatini – di una ripresa della vita e dell’economia cittadina, pur nei limiti delle ristrette competenze comunali, ma non senza scelte coraggiose e innovative. Stiamo chiedendo inoltre a gran voce la riapertura immediata degli esercizi commerciali e faremo il possibile per agevolarle ed aiutare imprenditori e famiglie! ”. 

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email