montecatini. RADDOPPIO FERROVIARIO, CHIESTO UN INTERVENTO CONDIVISO

Petizione popolare con 291 firme promossa dal comitato “MontecatiniUnaSola”
Dalla pagina facebook MontecatiniUnaSola
Ferrovia. Dalla pagina facebook MontecatiniUnaSola

MONTECATINI. Nella giornata di ieri è stata trasmessa via pec al Comune di Montecatini la petizione popolare promossa dal comitato Montecatiniunasola.

La petizione – finalizzata a promuovere un intervento condiviso del raddoppio della tratta ferroviaria nel tratto urbano di Montecatini Terme – è corredata da 291 firme di cittadini che hanno condiviso l’iniziativa.

Nel testo in particolare i cittadini chiedono al sindaco, alla giunta e a tutti i membri del consiglio comunale di convocare i rappresentanti del comitato al tavolo delle trattative “nel momento che Rfi e Regione Toscana presenteranno la/le soluzioni progettuali”.

Ma si chiede alle istituzioni di impegnarsi anche “per la realizzazione di un progetto e quindi di un’opera condivisa, di raddoppio della ferrovia Pistoia-Lucca nel tratto di attraversamento della città, che risponda ai seguenti principi:

  • Favorisca la soluzione che riduca al minimo gli espropri, le demolizioni e la perdita di valore immobiliare e vengano realizzate opere compensative che favoriscano l’integrazione del “sopra e sotto verga” attraverso un progetto di riqualificazione urbana e urbanistica rivolta al futuro.
  • Venga evitato il rischio di creare due città recluse dietro muri che sarebbero barriere fisiche e visive inaccettabili con sottopassi e sovrappassi che renderebbero complicata per tutti la fruibilità della città e soprattutto per la popolazione più debole.
  • Venga osteggiata qualsiasi soluzione che impedisca l’integrazione urbana in quanto unica via di salvezza al declino della città”.

Vedi: def petizione maggio

[comunicato marco gentili]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento