montecatini. REPLICA DEL SINDACO SUI LAVORI IN CORSO MATTEOTTI

Giuseppe Bellandi
Giuseppe Bellandi

MONTECATINI. Al momento del rilascio dell’autorizzazione per i lavori a Toscana Energia, è emerso subito che la durata delle lavorazioni sarebbe stata superiore alle 5 settimane lavorative, sia per la lunghezza del tratto di condotta da sostituire e dei relativi allacci, sia per la complessità del tratto in cui si andava ad intervenire.

Trovare quindi un periodo “morto” per le attività commerciali e per gli alberghi, così lungo per eseguire tali lavorazioni, non era facile. Finita la stagione estiva, l’intenzione era di iniziare tali lavorazioni nel mese di ottobre, ma le previsioni sono state per un mese particolarmente piovoso e così è stato, e visto il tipo di lavorazioni consistenti principalmente in scavi, si è deciso di posticiparle.

Iniziare a novembre voleva dire avere ancora il cantiere aperto all’inizio del mese di dicembre, con tutto quello che avrebbe comportato per i negozi, gli alberghi e le attività nel periodo della Città del Natale.

Poi è iniziato il periodo dei saldi e nemmeno quello era indicato. Con la Pasqua che cadeva il 27 marzo abbiamo atteso (e lo abbiamo comunicato) dopo Pasquetta per iniziare i lavori il 29 marzo.

Il tipo d’intervento che è stato richiesto e autorizzato a Toscana Energia, non poteva essere procrastinato oltre, visto che la sostituzione della condotta principale del gas implica un problema di sicurezza collettiva.

Toscana Energia prima di iniziare i lavori si è messa in contatto anche con i gestori di altri servizi (Telecom, Acque Toscane) per risolvere vari problemi: purtroppo esiste una complessità della strada su cui si va ad intervenire, avendo corso Matteotti una viabilità fortemente edificata e di conseguenza satura di sottoservizi e manufatti. La rimessa in sicurezza di fognature e dell’impianto idrico a cui stiamo provvedendo serve a prevenire comunque successivi interventi e ulteriori disagi.

Quando si lavora per le strade si creano difficoltà, purtroppo, ci sono esercizi commerciali prestigiosi da tutelare e sappiamo bene che comunque alla fine i vantaggi di una manutenzione in parte straordinaria porteranno per anni sicurezza e decoro nel centro della città.

Agli amici Quaranta e Sensi ricordo che il precedente assessore si è dimesso a metà dicembre, neanche cinque mesi fa, e che la delega ai lavori pubblici da quel momento l’ho presa io e intendo mantenerla. Tutto questo significa essere in prima linea ma tutto ciò non mi spaventa. Non l’ho fatto certo per risparmiare uno stipendio da assessore, ma visto che qualcuno tira in ballo mancati incassi, se si vuole mettere sul piano puramente economico, ricordo che il Comune ha risparmiato diverse migliaia di euro in questo periodo.

Infine tranquillizzo la minoranza sulla presenza giornaliera e costante dei nostri tecnici comunali sul cantiere per seguirne l’andamento: il consigliere Quaranta ha l’occasione di verificare tutto questo di persona ogni giorno dalla sua posizione privilegiata.

Giuseppe Bellandi

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento