montecatini. TERME, È IL MOMENTO DI PORTARE LA CRISI SUL TAVOLO DEL GOVERNO

Lo chiede il Movimento Cinque Stelle

Le Terme a Montecatini

MONTECATINI. La situazione di Terme di Montecatini è ormai arrivata sul punto di non ritorno. Dopo anni passati a tremare e mettere pezze la soluzione della crisi non è più procrastinabile.

La crisi Covid ha accelerato un processo di impoverimento intrapreso dall’apertura di quel maledetto cantiere e che tra pochi mesi porterà la società ad una quasi totale assenza di liquidità. Il bando appena concluso rischia di essere l’ennesimo fallimento che non produce offerte accettabili e della famosa società di cui il Sindaco si fece promoter per oltre un mese si è perse le tracce.

Le Terme sono vicine alla loro scomparsa e ad occuparsene sono solo i gruppi di minoranza di Montecatini. La Regione a cui spetta la direzione ed il controllo sembra non aver ancora capito la situazione. Aver passato la delega dalla ex Assessore all’attuale Giunta ha fatto perdere tempo che non avevamo.

Dal Comune nulla si muove ed il Sindaco altro non è che uno spettatore inutile e consenziente nelle assemblee dei soci. In due anni, nessuna soluzione è stato prospettata dall’Amministrazione Comunale che doveva consumare la linea Firenze-Montecatini.

A questo punto dobbiamo rapidamente portare la crisi ad un tavolo del Mise, rinunciare alle onerose, quanto inutili, consulenze che scommettiamo essere aumentate nel 2020 rispetto al 2019 e chiedere l’aiuto di FederTerme per aprire un confronto con il Governo.

La Regione ha mal gestito la crisi per anni e questa Giunta comunale è talmente priva di idee e forza politica che aspettarsi qualcosa è da illusi. Dobbiamo cedere la gestione della crisi a soggetti istituzionali terzi, con competenze e capacità economiche tali da poter risolvere il debito che sta di fatto strozzando la società e porre le base di un rilancio che è di interesse ampio, non solo della Valdinievole o della provincia ma di tutta la Regione. 

Simone Magnani – Movimento 5 Stelle

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email