MONTEMURLO “A PROVA DI FUTURO”

Montemurlo. Fibra per tutti
Montemurlo. Fibra per tutti

MONTEMURLO. Cresce a ritmo veloce la “smart city”, la città intelligente ai piedi della Rocca, una città che continua a scommettere su tecnologia e infrastrutture per essere così sempre più “attrattiva” per le aziende.

Un nuovo e importante traguardo sarà raggiunto a breve grazie all’investimento di circa 1 milione di euro che Estracom farà sul territorio per completare il cablaggio con fibra ottica a banda ultra-larga dell’area industriale di Montemurlo.

Un investimento che rende Montemurlo un “Comune a prova di futuro”, che avrà la propria area produttiva coperta al 100% dalla fibra ottica che quindi garantirà una connessione “super-veloce”. I lavori saranno conclusi entro la fine dell’estate e non saranno “invasivi” per quanto riguarda la viabilità.

Per Estracom, che investe da oltre 15 anni nello sviluppo e posa della fibra ottica, si tratta di un progetto in linea con il piano di espansione presentato alla consultazione indetta da Infratel e dal Ministero per lo sviluppo economico sui servizi a banda larga e ultra larga offerti da tutti gli operatori di telecomunicazioni sul territorio italiano.

Montemurlo. La mappatura della fibra
Montemurlo. La mappatura della fibra

La società del gruppo Estra per il collegamento adotterà la tecnologia “fiber to the home” (Ftth) “ (letteralmente “fibra a casa”) che stabilisce un unico collegamento diretto in fibra ottica tra la centrale e il singolo edificio. Grazie alla singola fibra viene, così, garantita la massima affidabilità e velocità di navigazione per beneficiare di servizi sempre più avanzati e per un aumento della competitività nel mondo delle imprese.

Questa rete infatti rientra negli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea con collegamenti internet ad almeno 100 Mbps. Dal 2018 Estracom porterà la fibra ottica anche nella zona residenziale di Montemurlo.

Il Comune ha accolto con favore il progetto: “Siamo molto soddisfatti della scelta di Estracom d’investire sul territorio – commenta il sindaco Mauro Lorenzini –. Un’azienda che investe nel nostro distretto trova un’amministrazione comunale efficiente, buoni collegamenti viari con i principali assi di comunicazione per far viaggiare veloci le merci e allo stesso tempo infrastrutture tecnologiche digitali all’avanguardia in grado di scambiare e inviare velocemente informazioni e dati. Un elemento, quest’ultimo, indispensabile per la competitività sui mercati globali delle nostre aziende”.

Estracom, che è una partecipata indiretta del Comune, inoltre, si è resa disponibile a realizzare una rete con cinque nuovi siti di “hotspot wi-fi” (luoghi in cui è presente una connessione a internet aperta al pubblico) e l’adeguamento di due punti già esistenti. La connessione a internet libera e gratuita tramite wi-fi arriverà a Bagnolo al giardino “Erasmo Meoni” di via Micca, a Oste in piazza Amendola, a Montemurlo in piazza della Costituzione, al giardino “Piccolo Principe”, al parco della Pace in via Deledda, al parco “Rita Levi Montalcini” in via Rosselli, mentre saranno adeguati i punti wi-fi già esistenti di piazza della Libertà, del municipio e di piazza Don Milani con Villa Giamari e il suo giardino.

“Il progetto della rete fiber to the home di Montemurlo spinge su un’accelerazione di servizi digitali e vede la realizzazione della rete a prova di futuro – spiega Fabio Niccolai, direttore generale di Estracom –. La tecnologia della fiber to the home stabilisce un unico collegamento diretto in fibra ottica tra la centrale e gli edifici delle aziende dell’area industriale di Montemurlo, offrendo molte opportunità alle imprese del territorio che potranno beneficiare di servizi sempre più avanzati e innovativi. Continueremo poi a investire a Montemurlo con il successivo cablaggio con banda ultra-larga della zona residenziale”.

Fibra ottica
Fibra ottica

Il progetto di rete Ftth nell’area industriale porterà la fibra direttamente a 1.300 aziende di cui 400 nella zona di Oste, 500 nella zona tra Oste e Bagnolo e 360 nell’area Montemurlo-Bagnolo.

Per l’assessore, Giorgio Perruccio, il Comune di Montemurlo ha creato condizioni di favore e di qualità, che hanno convinto le imprese ad investire sul territorio: “Montemurlo, con la giunta Lorenzini, ha saputo valorizzare il proprio patrimonio industriale attraverso la creazione di un’efficiente rete di collegamenti stradali, infrastrutture per abbassare il rischio idraulico e tecnologie digitali all’avanguardia.

“Già dal 2009 il nostro territorio ha usufruito del collegamento in fibra ed oggi anche tutte le nostre scuole dispongono della banda ultra larga”. Ma i vantaggi della connessione tramite fibra ottica per Montemurlo non finiscono qui, come aggiunge Perrucci: “L’investimento che Estracom fa sul territorio ci consente ora di poter sviluppare anche un sistema di video-sorveglianza capillare per poter prevenire fenomeni di vandalismo, miro-criminalità e per contrastare l’abbandono dei rifiuti”.

Infine, l’assessore all’ambiente e lavori pubblici, Simone Calamai, sottolinea l’importanza dell’investimento che va “nell’ottica del miglioramento e dell’ampliamento delle reti presenti sul territorio (ad esempio, sistema fognario, rete idraulica ecc.) portato avanti con forza dal Comune”. Soddisfazione anche per il progetto di connessione internet wi-fi “che va ad arricchire gli spazi pubblici di dotazioni che consentono a tutti l’accesso libero e gratuito alle nuove tecnologie”.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento