montemurlo. “A SCUOLA DI PROTEZIONE CIVILE”

Ieri mattina gli studenti delle scuole primarie Hack di Bagnolo, Frank di Oste e Manzi di Morecci hanno incontrato gli operatori di protezione civile del territorio

I vigili del fuoco

MONTEMURLO. Le buone pratiche di protezione civile a Montemurlo s’imparano fin da piccoli sui banchi di scuola. Ieri mattina si è svolta A scuola di protezione civile, un’interessante iniziativa, promossa dal Comune e dall’istituto comprensivo “Margherita Hack”, che ha visto protagoniste le scuole primarie del territorio (Hack di Bagnolo, Frank di Oste e Manzi di Morecci) e l’unità comunale di protezione civile con la tenenza dei Carabinieri, i Vigili del Fuoco, Ari – radioamatori Prato, Cisom Ordine di Malta di Montemurlo, Croce d’Oro Montemurlo, Fondazione Parsec, Misericordia di Montemurlo e Oste, Pubblica assistenza “L’Avvenire” sez. Oste e Vab Montemurlo.

Con la Vab di Montemurlo

«Una bella giornata per far conoscere fin dalla scuola primaria gli elementi essenziali che costituiscono l’attività di protezione civile, per la diffusione e la condivisione di buone pratiche nei comportamenti quotidiani.— spiega l’assessore alla protezione civile, Valentina Vespi — In questa iniziativa sono coinvolti soggetti diversi, rappresentanti di istituzioni e volontariato, un opportunità per i ragazzi per conoscere la rete e le modalità essenziali il funzionamento della protezione civile».

A scuola di protezione civile rappresenta una delle azioni promosse dal Comune per diffondere la cultura della protezione civile fin da piccoli e per far sviluppare nei ragazzi una maggior consapevolezza del rischio e delle opportunità per sviluppare una coscienza civica.

«I rischi si affrontano con la preparazione —conclude il sindaco Simone Calamai – È importante che la protezione civile sia un argomento conosciuto e condiviso anche tra i bambini e i ragazzi. Solo così possiamo sperare di far crescere cittadini attenti e pronti ad affrontare con consapevolezza situazioni di rischio».

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email