MONTEMURLO ABBRACCIA IL SUO CAMPIONE, LORENZO DALLA PORTA

La più grande sfida? Affrontare il dolore per la perdita dell'amata nonna Nicoletta. «Ho vinto per lei» Centinaia di persone alla festa di bentornato per il campione mondiale di Moto 3 organizzata dal sindaco di Montemurlo, Simone Calamai. Brindisi collettivo per celebrare la conquista del titolo e taglio della torta. Anche il campione olimpico Marco Innocenti a festeggiare Dalla Porta
L’abbraccio di Montemurlo a Dalla Porta (foto di Davide Cetta)

MONTEMURLO. Nonostante il giorno lavorativo, sono state centinaia le persone che hanno accolto l’invito del sindaco di Montemurlo, Simone Calamai e già da mezzogiorno si sono ritrovate di fronte al municipio per stringere in un grande abbraccio pieno d’affetto il neo campione del mondo di Moto 3, Lorenzo Dalla Porta.

Quando l’auto, che riportava Dalla Porta a casa di ritorno da un altra gara vincente in Malesia, la via Montalese è stata bloccata per alcuni minuti dalle tantissime persone che si sono riversate in strada per accogliere il campione. A rendere onore a Dalla Porta anche tante moto e i vespisti del Vespa Club Montemurlo, che hanno salutato l’arrivo del campione del mondo dando gas a manetta.

 « Non me l’aspettavo così tanta gente, sono emozionato. — ha detto dalla Porta che è stato accolto dal sindaco Simone Calamai, insieme agli assessori della giunta e ai consiglieri regionali, Nicola Ciolini e Ilaria Bugetti — È stato un anno pieno di emozioni: grazie alla mia famiglia che mi ha sempre supportato. Abbiamo lavorato duro e alla fine il risultato è arrivato. Sono più emozionato qui di quando vinco una gara».

Dalla Porta ricevuto dal sindaco Calamai

Lorenzo Dalla Porta è primo italiano a vincere nella Moto 3 ed è il toscano più titolato nella storia della due ruote. Una vittoria che nasconde però il rammarico di non aver potuto condividere il traguardo con la donna che ha sempre creduto in lui, l’amatissima nonna Nicoletta, scomparsa, dopo una breve malattia, solo poche settimane fa.

Il numero 48 di Lorenzo è l’anno di nascita della nonna, colei che ha regalato al nipote la prima mini-moto per iniziare a scalare un sogno: «Sono arrivato in Thailandia che ho perso la nonna — racconta Lorenzo al pubblico, che ha affollato la Sala Banti per festeggiarlo — è stata una gara molto difficile, ma lì ho vinto una delle mie sfide più grandi che è stata quella di affrontare il dolore.

Ma da li, Giappone, Australia, Malesia, le ho centrate tutte. Che cos’è successo? Il passo avanti l’ho fatto in Thailandia: ho capito che volevo vincere per me, per mia nonna, per tutti».

Con il campione olimpionico Marco Innocenti

E il pensiero è sempre per nonna Nicoletta anche quando Lorenzo Dalla Porta viene invitato dal sindaco Simone Calamai a firmare il libro dei cittadini illustri: «Fiero di essere di Montemurlo, per noi e per la nonna», queste le parole che lascia Lorenzo sulla pagina bianca.

Tra i tanti anche il campione olimpico Marco Innocenti arriva in municipio per abbracciare Lorenzo Dalla Porta e dimostrargli il suo affetto e la sua stima. Poi i festeggiamenti si spostano in una Sala Banti gremita all’inverosimile.

Lorenzo Dalla Porta entra accolto dall’aria più famosa di Turandot, Vincerò e la folla si scatena in un lungo applauso. Poi l’inno d’Italia e un video, montato da Maurizio Fuligni, che ripercorre le fasi più emozionanti della gara di Philipp Island, che ha laureato Dalla Porta campione del mondo.

Tantissima l’emozione tra i familiari di Lorenzo, la mamma Cristina a stento nasconde le lacrime, la sorella Deborah è emozionatissima e il babbo Massimiliano, che da sempre segue Lorenzo in tutte le gare, è incredulo dell’accoglienza così numerosa e calorosa.

Il taglio della torta (foto di Davide Cetta)

«Il vincitore è un sognatore che non ha mai mollato. — dice il sindaco Calamai, leggendo una pergamena celebrativa che l’amministrazione comunale ha voluto dedicare al campione — Le vittorie si conquistano con il lavoro, la passione, la determinazione ma anche con il sostegno di una grande famiglia come quella che ha Lorenzo».

Poi il taglio della grande torta, offerta dalla pasticceria Victory di via Labriola a Bagnolo e il brindisi con tutti gli intervenuti.

« Questo è solo un assaggio della grande festa che vogliamo organizzare a dicembre per festeggiare Lorenzo. — conclude il sindaco Calamai — Aspettiamo che il nostro campione, una volta concluso il campionato, ci comunichi una data e poi inizieremo i preparativi.

Lorenzo, insieme agli altri grandi campioni come Marco Innocenti, Christian Giagnoni, Emily Wahby, Jacopo Luchini, Leonardo Mantelli, Michel Galeoti e tanti altri ancora, è una delle straordinarie eccellenze di Montemurlo e tutti noi siamo orgogliosi di lui».  

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email