montemurlo. ALLA ‘PONTETORTO’ IL PREMIO “DI PADRE IN FIGLIO”

Ii titolari della “Pontetorto” a Milano
Ii titolari della “Pontetorto” a Milano

MONTEMURLO. Il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini, esprime la propria soddisfazione per il prestigioso riconoscimento ottenuto dalla “Pontetorto” della famiglia Banci, “Di padre in figlio”, promosso da N+1 per il miglior passaggio generazionale in azienda nella categoria “internazionalizzazione”.

“La Pontetorto è una delle grandi aziende del distretto montemurlese, che si conferma essere terra di eccellenze. Sono molto felice che questo premio sia andato ai fratelli Banci, persone serie che hanno portato avanti con amore, lungimiranza e impegno l’azienda fondata dal padre Bruno, facendola crescere a livello internazionale. Sono certo che Bruno Banci – persona squisita che ho avuto modo di conoscere molti anni fa durante la mia attività sindacale – ne sarebbe fiero da padre e da imprenditore”.

Una Montemurlo, insomma, che continua a crescere per la qualità e la quantità delle sue imprese, sempre più proiettate oltre i confini nazionali, forti della loro politica di innovazione, ricerca e sviluppo.

Il diploma
Il diploma

“Infine, mi preme ricordare che l’azienda Pontetorto ha firmato recentemente una convenzione con il Comune di Montemurlo per la realizzazione di una cassa d’espansione che interesserà i campi tra la Nuova provinciale Montalese e via Roma a Oste.

“In cambio, l’amministrazione comunale ha concesso alla “Pontetorto” di realizzare un nuovo edificio, che sarà utilizzato dall’azienda per sviluppare la propria capacità produttiva e commerciale. Si tratta di un immobile di 8mila metri quadrati di superficie, dove poter avviare un’impresa di logistica” conclude il sindaco Lorenzini.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento