montemurlo. ALLA PRIMARIA ANNA FRANK E AL PALAZZETTO DELLO SPORT NUOVO IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE A LED

Il lavoro, che sarà svolto durante le festività natalizie, ha un valore di 100 mila euro e sarà ripagato dal risparmio energetico
Oste, la scuola primaria Anna Frank

MONTEMURLO. A Montemurlo i lavori di efficientamento energetico degli edifici pubblici non si fermano neppure durante le vacanze natalizie.

L’amministrazione comunale, infatti, ha approfittato di questi giorni di festa per lavorare alla sostituzione degli impianti di illuminazione tradizionali con la nuova tecnologia a led alla scuola primaria “Anna Frank” di Oste e al vicino palazzetto dello sport.

Si tratta di un intervento del valore di 100 mila euro, effettuato attraverso la forma dell’appalto di servizio, che sarà ripagato in cinque anni con il risparmio elettrico in bolletta pari a circa 20 mila euro l’anno. Le lampade a led hanno una vita media pari a 15 anni e dunque, trascorsi i cinque anni previsti per ripagare l’investimento, i successivi dieci anni rappresenteranno un guadagno per le casse comunali.

Il Comune sostituirà tutte le lampade presenti nelle due strutture interessate dai lavori e si partirà proprio dalla scuola primaria “Anna Frank” che, per dimensioni e per numero di luci presenti, è l’impianto più energivoro. Inoltre anche la palestra, utilizzata in orario scolastico dagli alunni della scuola elementare e dagli studenti del liceo artistico Brunelleschi e in orario extra scolastico dalle associazioni sportive montemurlesi, possiede dei corpi illuminanti di vecchia concezione che causano un grande consumo di energia elettrica per l’illuminazione artificiale.

Le nuove lampade a led, oltre a garantire un notevole risparmio in bolletta, consentiranno di avere una migliore qualità dell’illuminazione a vantaggio dei bambini e della didattica.

« In questi anni l’attenzione verso il risparmio e l’efficientamento energetico è sempre stata una nostra priorità, come dimostra la completa sostituzione della rete di illuminazione pubblica con tecnologia a led — commenta l’assessore ai lavori pubblici, Simone Calamai — Le nuove lampade, che nei prossimi giorni saranno finite di installate alla scuola primaria Anna Frank e in palestra, oltre a consentire un notevole risparmio, garantiranno un maggiore comfort degli ambienti, dove vivono, fanno sport e studiano tantissimi bambini e ragazzi».

Il palazzetto dello sport di Oste durante una manifestazione

Tra le caratteristiche innovative delle nuove lampade a led c’è l’auto regolazione alla luce esterna. L’intensità della luce all’interno dei locali e delle aule, infatti, varierà in automatico secondo la quantità di luce che arriverà dall’esterno. Le nuove luci, inoltre, saranno telegestite da remoto ed, eventuali guasti, saranno subito individuarti e riparati.

« L’intenzione dell’amministrazione comunale è di portare avanti su tutti gli edifici pubblici lavori specifici di efficientamento —continua Calamai — Non a caso nel progetto del Piu del nuovo centro cittadino è inserita la costruzione di un nuovo asilo nido a “Energia zero”, costruito secondo le tecniche della bio-edilizia ed autosufficiente dal punto di vista energetico. Stesso discorso per la scuola dell’infanzia di Novello in via Rosselli, dove realizzeremo nuove coibentazioni delle coperture, un “cappotto” termico e installeremo una nuova centrale termica ad alta efficienza».

Sempre in tema di efficientamento energetico, il Comune ha partecipato al bando per fondi comunitari POR FESR 2014-2020 ed ha ottenuto un finanziamento di 147 mila euro per la messa in sicurezza degli edifici strategici, fondi che saranno utilizzati sul palazzo comunale di via Toscanini dove saranno sostituiti gli infissi, realizzato un capotto termico esterno, la coibentazione copertura e la sostituzione caldaia con una a maggiore efficienza.

Sempre allo scopo di innalzare il profilo ecologico delle strutture comunali attraverso un incremento generale dell’efficienza nell’uso dell’energia, il Comune in questi ultimi anni ha realizzato un impianto da circa 10 kW presso il Centro Giovani e un altro, sempre da 10 KW alla scuola media Salvemini- La Pira. Inoltre è stata realizzata presso la scuola elementare e materna di via Micca una seconda copertura, che migliorerà il comportamento termico dell’edificio in relazione alla mitigazione dell’irraggiamento solare estivo, a cui è stato integrato un impianto fotovoltaico da circa 100 kW per un costo di 135 mila euro Questo impianto permetterà di azzerare la bolletta elettrica della scuola e, grazie allo “scambio altrove”, anche quella di altri edifici comunali.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento