montemurlo. ALLA SCUOLA PRIMARIA MANZI NASCERÀ IL PRIMO “BOSCO DIDATTICO”

Il Comune di Montemurlo ha approvato la proposta educativa di Unicoop Firenze. Un’esperienza pensata per sviluppare affetto, cura e rispetto per la natura e per la comunità

Un bosco didattico

MONTEMURLO. Alla scuola primaria “Alberto Manzi” di Montemurlo nascerà un “bosco didattico”, un’esperienza di educazione all’aperto dove bambini potranno sperimentare i ritmi, i tempi e i segreti della natura.

La giunta del Comune di Montemurlo ha approvato la proposta educativa “Cittadinanza Consapevole” di Unicoop Firenze che donerà alla scuola un “piccolo bosco” attraverso il quale gli alunni saranno coinvolti in un percorso didattico gratuito sulla biodiversità nel giardino della scuola.

In queste settimane inizieranno i lavori di piantumazione di vari alberi ed essenze e a novembre il bosco didattico sarà inaugurato ufficialmente. Lo scorso mese di giugno i tecnici comunali insieme a Unicoop ha fatto un sopralluogo nel giardino della scuola per individuare il luogo migliore dove far nascere questa piccola isola verde, che resterà come patrimonio della scuola. Il progetto del “bosco didattico” consiste in un’esperienza di educazione all’aperto. Durante il percorso educativo ci sarà un coinvolgimento diretto degli alunni in attività sensoriali, di ricerca, condivisione, scoperta e riflessione, in piccoli gruppi.

Il progetto permetterà anche di fare acquisire ai bambini la consapevolezza delle trasformazioni stagionali, del concetto del tempo in natura, e di imparare la cura delle nuove piante anche attraverso un’esperienza di cooperazione tra pari, con un maggior ascolto e rispetto dell’altro e delle sue necessità.

L’orto alla scuola primaria Manzi

«Abbiamo accolto con favore la proposta educativa di Unicoop Firenze — dice il sindaco Simone Calamai — Si tratta di un progetto che va nella direzione di quella Montemurlo green che stiamo facendo nascere attraverso la creazione del parco urbano di Montemurlo e di quello di Oste.

A Montemurlo il rispetto per l’ambiente e la sostenibilità sono valori che si imparano fin da piccoli ed è importante recuperare anche nei processi educativi il rapporto con la natura».

Sempre in tema di educazione attraverso il contatto con gli elementi naturali sabato 8 ottobre dalle ore 10 alle 12 nel parco di Villa Giamari si svolgerà “Verd’è salute a Montemurlo…passeggiata tra le righe!”.

Una mattinata promossa nell’ambito del progetto provinciale “Crescendo tutti all’aria” e rivolta alle famiglie con bambini da zero a sei anni per quanti apprendimenti si possono fare a contatto con la natura. Parteciperanno i nidi comunali, gli spazi gioco e in nido convenzionati del territorio che proporranno varie attività ludiche-educative attraverso elementi naturali, come foglie, argilla, legnetti ecc…

Dopo il saluto dell’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Montemurlo, Antonella Baiano, interverrà Annalisa Famiani, medico pediatra ospedale Santo Stefano di Prato sul tema “Educare all’aperto in autunno e inverno: tanti benefici per il corpo e per la mente”. L’iniziativa è a ingresso libero e gratuito.

[masi— comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email