montemurlo. APERTO LO SHOWROOM DI BICICLETTE PIÙ GRANDE D’ITALIA

Lo storico negozio di biciclette di Prato, Lenzi Bike, sbarca a Montemurlo in via Scarpettini con 1700 metri quadri tra officina ed esposizione. Probabili quattro nuove assunzioni. All'apertura era presente anche il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai: «Quest'apertura rappresenta un importante segnale di fiducia in un momento difficile e dimostra che Montemurlo è un terreno fertile per lo sviluppo di progetti imprenditoriali»
Il laboratorio di Lenzi Bike a Montemurlo 1

MONTEMURLO. Lo storico negozio di biciclette di Prato Lenzi Bike sbarca a Montemurlo in un capannone in via Scarpettini al civico 226, dove nelle settimane scorse, senza alcuna inaugurazione ufficiale nel rispetto delle norme assembramento anti – Covid, ha aperto una grande esposizione di biciclette, il magazzino e l’officina riparazioni.

Lenzi bike non fa in tempo ad arrivare nel Comune sotto la Rocca e taglia subito i suoi primi due record: è il negozio di biciclette con lo showroom più grande d’Italia (circa 1700 metri quadri), come confermano i dati della Camera di Commercio, e nel primo giorno di apertura è subito boom di vendite con ben 19 biciclette vendute in poche ore.

«Quest’apertura rappresenta un importante segnale di fiducia in un momento difficile di ripartenza e sono molto felice che i fratelli Lenzi abbiano scelto Montemurlo per aprire il loro negozio. —commenta il sindaco Simone Calamai, che ha preso parte all’apertura della nuova attività — Montemurlo è un terreno fertile per lo sviluppo di progetti imprenditoriali di qualità e sono orgoglioso di poter dire che un’altra azienda storica ha trovato casa qui da noi ».

Lenzi Bike a Montemurlo

La Lenzi bike, che mantiene anche il negozio di Prato in via Po, vanta 70 anni di storia e di amore per le due ruote. I fratelli Lenzi, Valerio, 40 anni e Alessio 35, da tempo stavano cercando un ambiente con tanto spazio, in una zona di passaggio, ben visibile e con un ampio parcheggio: « e l’abbiamo trovata a Montemurlo — racconta Valerio Lenzi — A novembre abbiamo iniziato i lavori di ristrutturazione del magazzino con l’idea di aprire a marzo.

Fin tanto che non è arrivato il Coronavirus a cambiare tutte le carte in tavola. Mio fratello ed io abbiamo passato i due mesi del lockdown tra grandi dubbi, incertezze e sconforto. Avevamo quasi deciso di mollare, ma alla fine abbiamo deciso di provarci e i risultati sono davvero incoraggianti. 

Abbiamo clienti che arrivano da tutta la provincia, da Firenze, Pistoia e da fuori regione (molti dall’Emilia Romagna che vedremo non appena riapriranno gli spostamenti tra regioni) e non pensavamo di riuscire a vendere ben 19 biciclette in un solo giorno, quando di solito la media è di una /due bici al giorno».

Il negozio ha biciclette per tutti i gusti, le necessità e le tasche (da 100 a 10 mila euro, come spiega Lenzi): si va dalla bici senza pedali per i bambini di 24 mesi, alle biciclette da passeggio, a quelle elettriche a pedalata assistita, alle bici da corsa, alle mountain bike.

Lenzi Bike a Montemurlo 2

Nel nuovo showroom e nell’officina riparazione biciclette lavorano 14 persone (4 le nuove assunzioni fatte in occasione dell’apertura) e anche le prospettive sembrano buone: « Se l’attività procederà bene, abbiamo in programma altre 4 nuove assunzioni di personale qualificato», continua Valerio Lenzi, davvero musica per le orecchie in questo periodo così difficile.

Tra i tanti aspetti negativi, infatti, il Coronavirus qualcosa di buono l’ha fatto: in tanti hanno riscoperto la voglia di camminare, di andare in bicicletta e di vivere il proprio territorio, lontano dalla folla, in un contatto più diretto con la natura: « Negli ultimi giorni mi stanno contattando tantissime persone che vogliono cambiare le loro abitudini di mobilità e mi chiedono consigli sulla bici più adatta alle loro esigenze.

Grazie anche agli incentivi governativi, in molti stanno riscoprendo la due ruote e un modo di vita più sano ed eco-sostenibile. Almeno qualcosa di buono il Covid ce lo ha portato e insegnato», conclude Valerio Lenzi.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email