montemurlo. CENTRO CITTADINO AVANTI ANCHE SENZA FINANZIAMENTI PIU

Il logo
Il logo

MONTEMURLO. “M+M, Montemurlo Piu Montale” – il progetto di riqualificazione urbana che le due amministrazioni comunali hanno presentato a gennaio scorso alla Regione Toscana – per due soli punti di scarto (Montemurlo ha ottenuto 78,5 punti rispetto agli 80,5 di Rosignano), è il primo dei piani non ammessi al finanziamento del bando europeo “Piu”.

Una notizia non certo positiva, che, però, non fa indietreggiare di un palmo dai propri propositi il Comune di Montemurlo, deciso a dare un centro cittadino alla frazione capoluogo, come spiega il sindaco, Mauro Lorenzini: «Siamo amareggiati dalla notizia, ma siamo determinati ad andare avanti. Non ci fermiamo davanti ad un rifiuto: il nostro resta un progetto valido e importante, nato dalle indicazioni del processo partecipativo Montemurlo disegna il suo futuro. Per questo non demordiamo, non abbandoneremo le nostre idee e realizzeremo comunque il progetto di riqualificazione dell’ex campo sportivo, anche se per passi successivi».

La speranza di Lorenzini, infatti, è che “M+M” possa essere finanziato in una seconda fase: «Ci sono vari fattori che mi fanno ben sperare. A livello nazionale ci sono 550 milioni di euro a disposizione dei Comuni capoluogo e visto che ben quattro dei progetti finanziati in Toscana riguardano questa tipologia di città, è possibile che si possano liberare risorse.

«Inoltre, il bando Piu, prevede tempi molto stretti per il finanziamento definitivo delle opere, finanziamento che sarà concesso solo dopo la sottoscrizione di un accordo di programma da firmare entro dicembre 2016. È possibile, dunque, che la corsa sia sempre aperta ».

Per il sindaco Lorenzini il progetto di innovazione urbana è una straordinaria occasione per riqualificare spazi e strutture della città degradati o inutilizzati, per rafforzare l’integrazione fra Montemurlo e Montale e creare una nuova governance del territorio: «Vorrei ringraziare tutti i tecnici comunali e i professionisti esterni che hanno lavorato all’elaborazione del progetto. Su trentasei piani presentati a livello regionale, ci siamo classificati al nono posto, dopo le città capoluogo, segno che siamo una bella squadra».

La presentazione del progetto
Montemurlo. La presentazione del progetto

Il progetto “M+M” a Montemurlo punta sulla riqualificazione dell’ex campo sportivo di via Rosselli, che si candida a diventare il “nuovo centro civico”.

L’idea è quella di creare un ampio spazio pavimentato, di fronte al municipio corredato da sedute e giochi d’acqua.

Dalla piazza, tramite gradinate, si scende di livello verso una vasta area a verde, di circa 10mila metri quadri, attrezzata con percorsi pedonali.

Il lato ovest dell’area è dedicato alle attività culturali e ludiche, dove sorgerà un anfiteatro all’aperto realizzato sfruttando la differenza di quote esistenti, una struttura da destinare a centro ricreativo e una pista da skateboard.

È previsto, inoltre, il recupero della scuola di Novello come “Casa dell’economia”, dove saranno previsti spazi per il coworking e l’intermediazione culturale, oltre ad un ampio locale destinato a “Fab-lab”, laboratorio dedicato all’innovazione e alla fabbricazione digitale.

La scuola, attualmente esistente in via Rosselli, sarà trasferita in località Morecci, dove nascerà un nuovo asilo nido-scuola dell’infanzia, progettati secondo i principi della bioarchitettura e con struttura in legno, in grado di poter ospitare fino a settanta bambini.

Vedi: http://www.linealibera.info/mm-montemurlo-piu-montale-nuova-governance-del-territorio/

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento