MONTEMURLO E CINESI: CINQUE IRREGOLARI E ABUSI EDILIZI

Controlli a ditta di confezioni (foto archivio)
Controlli a una azienda di confezioni [archivio]

MONTEMURLO. Cinque operai di nazionalità cinese trovati sprovvisti dei necessari documenti di soggiorno e un dormitorio abusivo realizzato fuori dalla ditta: sono questi i reati accertati dalla polizia municipale di Montemurlo, nell’ambito di un controllo, nella zona industriale di Oste.

Nella ditta, gestita da cittadini cinesi, era stato realizzato un dormitorio esterno con pannelli metallici, una sorta di baracca, che veniva utilizzata come stanza per il guardiano. L’azienda, infatti, realizzava gli imballaggi per i prodotti di un noto marchio di moda italiano e i titolari si erano dotati di un servizio di “sorveglianza privata” per impedire che la notte qualcuno si introducesse abusivamente nell’immobile. In queste ore sono in corso gli accertamenti degli agenti per chiarire se la ditta cinese fosse autorizzata dal marchio a svolgere il lavoro o se, invece, si trattasse di un sub-appalto illegale, cioè se la ditta italiana incaricata avesse “girato” il lavoro ai cinesi per risparmiare sulla manodopera.

Per quanto riguarda, invece, gli operai irregolari, questi ultimi sono stati accompagnati sono stati accompagnati dagli agenti della Polizia Municipale e dai Carabinieri della Tenenza al comando di Prato per il foto-segnalamento e sono in corso accertamenti sulla loro regolarità al suolo italiano.

Il comandante Pm Montemurlo Gioni Biagioni
Il comandante della Pm Gioni Biagioni

Per il dormitorio abusivo, infine, è scattata la denuncia penale per il titolare, in quanto il manufatto rappresenta un aumento volumetrico dell’immobile non autorizzato. Il proprietario della ditta è stato denunciato anche per l’utilizzo di manodopera clandestina.

«L’attività di controllo va di pari passo con gli accertamenti che la polizia municipale svolge sulle ditte di nuova apertura di partita Iva, i cosiddetti controlli preventivi – specifica, Gioni Biagioni, comandante della Polizia municipale di Montemurlo –. Abbiamo verificato che il doppio binario dei controlli funziona, perché dopo un primo momento in cui le ditte fantasma pesavano per quasi la metà rispetto a quelle controllate (ed abbiamo rilevato diverse irregolarità) adesso non rileviamo quasi più irregolarità. Solo nell’ultimo controllo abbiamo verificato l’esistenza di una ditta non insediata all’indirizzo dichiarato».

Anche il sindaco, Mauro Lorenzini, complimentandosi con gli agenti della Polizia municipale e i Carabinieri per l’importante azione portata a termine, ha detto: «A Montemurlo non abbiamo mai abbassato la guardia sul controllo del territorio. I nostri agenti, in stretta collaborazione con le altre forze dell’ordine, portano avanti da anni un importante lavoro di contrasto all’illegalità economica. Montemurlo è accogliente con chi rispetta le regole e fa sana concorrenza, ma non tollera chi agisce in disprezzo della legge ».

[masi – comune ,ontemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento