montemurlo. FURTI AL PALAZZETTO. IL COMUNE: “ACCUSE INACCETTABILI”

Secondo il Regolamento per l’uso dell'impianto il Comune non risponde dei furti. Necessaria una maggiore responsabilità da parte della Società Montemurlo Basket
Il palazzetto dello sport di Oste durante una manifestazione

MONTEMURLO. Il comune di Montemurlo ritorna sulla questione della sicurezza al palazzetto dello sport di via del Pantano a Oste dopo che ieri sera, 22 marzo, è stata segnalata una nuova effrazione ad una delle finestre della struttura, durante gli allenamenti della società sportiva Montemurlo basket.

L’amministrazione, dunque, interviene non per polemica ma per ristabilire la correttezza dei fatti, dopo che, soprattutto sui social, sono apparse ricostruzioni dei fatti sommarie e non corrispondenti a verità.

«La società sportiva sa bene che il comune di Montemurlo si è prontamente attivato per garantire la sicurezza dell’impianto, dopo che alcuni mesi fa si erano verificati i primi preoccupanti episodi di furti negli spogliatoi, come d’altronde ha anche riconosciuto pubblicamente anche la presidente del Montemurlo basket, Gianna Salvatici.

«Sono stati rafforzati i controlli delle forze dell’ordine, polizia municipale in primis. Tutto il perimetro della palestra è stato illuminato con nuovi proiettori a led, le finestre sul retro sono state dotate di grate e sono state sostituite alcune serrature – chiariscono il sindaco Lorenzini e gli assessori ai lavori pubblici, Simone Calamai e allo sport, Giuseppe Forastiero –. La società Montemurlo Basket, dunque, non può addurre all’amministrazione comunale la responsabilità di quanto avvenuto.

«Inoltre, la società, avendo la concessione per l’utilizzo del palazzetto dello sport, è tenuta al rispetto scrupoloso del Regolamento per l’affidamento in uso e gestione degli impianti sportivi comunali che, ricordiamo, al punto 9 recita testualmente:  L’amministrazione comunale non risponde di eventuali ammanchi, furti o incidenti che dovessero essere lamentati dagli utenti degli impianti ed egualmente non risponde degli eventuali danni materiali che agli utenti e ai terzi possano derivare dallo svolgimento delle attività direttamente gestite dal richiedente.

Il municipio di Montemurlo

«Pertanto riteniamo che la società sportiva abbia l’obbligo di mettere in atto la massima vigilanza al fine di scongiurare episodi criminosi come quelli che si sono verificati in questi mesi e di sporgere formale denuncia alle autorità competenti.

«Chi usa i locali, ad esempio, deve accertare che tutte le porte e le finestre siano ben chiuse e che oggetti di valore non siano lasciati incustoditi.

«Nonostante questo il comune di Montemurlo, come ha sempre fatto, si è mosso e si sta muovendo tramite la Polizia municipale e con le altre forze di polizia, per garantire la massima sicurezza dei cittadini. Non si può dunque accusare di negligenza l’amministrazione comunale che ha sempre posto la massima attenzione sulla struttura utilizzata, oltre che dalle società sportive private, anche dagli studenti della primaria “Anna Frank” di Oste e dal liceo “Brunelleschi”, che non hanno mai posto eccezioni sull’impianto».

Proprio recentemente il comune di Montemurlo ha stanziato oltre 50 mila euro per risolvere le infiltrazioni d’acqua dal tetto. I lavori sono stati consegnati i primi di marzo ed il cantiere è già stato allestito. Il comune è in attesa delle necessarie autorizzazioni, come previsto dalle normative, per procedere allo smaltimento della vecchia copertura.

«In questa fase è necessario avere solo un pò di pazienza, poiché il cantiere del tetto è già stato predisposto e, non appena arriverà l’autorizzazione per lo smaltimento materiali, tutti gli interventi saranno svolti in tempi brevi » concludono il sindaco e gli assessori.

«L’impegno del comune di Montemurlo a favore dello sport e in particolare verso la promozione della pratica sportiva dei giovani è costante. Non a caso il Coni ci ha riconosciuto un finanziamento di 300 mila euro che serviranno per l’ampliamento del palazzetto di Oste e per la creazione di un nuovo campo da beach volley al Centro sportivo “Nesti” di Bagnolo».

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento