montemurlo. GUIDA SENZA PATENTE E CON LA KETAMINA NELL’AUTO: DENUNCIATO UN PLURI-PREGIUDICATO

La scoperta durante un controllo svolto dalla polizia municipale. Nel corso dell’Ispezione dell’auto, posta sotto sequestro, gli agenti hanno trovato una sostanza poi risultata ketamina. L’uomo è stato denunciato penalmente sia per la recidiva della guida senza patente che per la detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio

La Polizia Municipale di Montemurlo

MONTEMURLO. Nei giorni scorsi la polizia municipale di Montemurlo ha trovato alla guida di un’auto un quarantenne di origini marocchine, residente a Carmignano, senza patente di guida. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro e, nel corso dell’ispezione dell’auto, gli agenti hanno rinvenuto 57 grammi di una sostanza che è poi risultata essere ketamina.

L’uomo, pluri-pregiudicato e già conosciuto dalle forze dell’ordine, è stato denunciato penalmente sia per la recidiva della guida senza patente che per la detenzione di stupefacenti finalizzata allo spaccio; all’uomo è stata elevata anche una multa da 5 mila euro per la guida senza patente.

L’operazione della polizia municipale si è svolta a Oste, dove gli agenti, nel corso di un controllo in borghese, hanno individuato sulla strada un veicolo in cattivo stato di manutenzione e già conosciuto. Il conducente, pur non avendo mai conseguito la patente, si è messo alla guida dell’auto, subito inseguito dagli agenti del comando di via Toscanini.

Una volta fermato il veicolo, gli agenti hanno contestato all’uomo la guida senza patente e posto sotto sequestro il mezzo. Dal’’ispezione dell’auto è poi emersa la scoperta dello stupefacente.

Enrica Cappelli, comandante Pm Montemurlo

«Un plauso alla polizia municipale di Montemurlo per questa importante operazione a contrasto dell’illegalità, nata da un controllo di sicurezza stradale. — sottolinea il sindaco Simone Calamai — In sinergia con i carabinieri della Tenenza di Montemurlo da qualche mese abbiamo avviato un importante progetto di prevenzione e contrasto alla vendita e cessione di stupefacenti. Montemurlo, pur essendo una cittadina tranquilla, necessita di un’attività di controllo costante, affinché l’illegalità non trovi terreno fertile su cui attecchire».

L’operazione si inquadra nel progetto “No grazie, la mia vita è già stupefacente”, promosso dal Comune di Montemurlo e svolto dalla polizia municipale in coordinamento e sinergia con la Tenenza dei carabinieri di Montemurlo. L’obiettivo principale del progetto è la prevenzione della criminalità legata allo spaccio e prevede, oltre alle attività di controllo sul territorio, anche iniziative di tipo formativo e divulgativo nella scuola media “Salvemini – La Pira”, in particolare per gli studenti delle terze, sui rischi legati all’uso e all’abuso di sostanze stupefacenti, sui meccanismi di dipendenza dal fumo e sul contrasto all’illegalità.

Anche la comandate della polizia municipale di Montemurlo, Enrica Cappelli, esprime soddisfazione per l’operato dei propri agenti «Grazie alla collaborazione con i carabinieri e al corso svolto nell’ambito del progetto No grazie, la mia vita è già stupefacente, abbiamo fatto un’attività che ha avuto un esito positivo per il contrasto alla cessione di stupefacenti sul territorio».

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email