montemurlo. I VANDALI COLPISCONO ANCORA

Giardino della Rocca, tavoli divelti
Giardino della Rocca, tavoli divelti

MONTEMURLO. A pochi giorni dalla pulizia del colonnato di piazza della Libertà a Montemurlo da segni e graffiti sono già riapparse nuove scritte sui muri e al giardino di Rocca tavoli e panchine sono state divelte e danneggiate da anonimi vandali.

Un quadro avvilente di totale mancanza di rispetto del patrimonio pubblico, che l’assessore all’ambiente, Simone Calamai, non esita a deprecare con forza: « Sono gesti inaccettabili e vergognosi, che denotano la più totale mancanza di amore per strutture e attrezzature che appartengono a tutta la comunità. I danneggiamenti ai beni pubblici non sono bravate, sono veri e propri reati penali che perseguiremo con forza, rafforzando anche i controlli della Polizia municipale».

Alcuni giorni fa il comune di Montemurlo aveva provveduto alla pulizia della piazza della Libertà. Scritte, disegni, graffiti, realizzati con spray e pennarelli, erano stati rimossi dalle pareti posteriori del municipio, dall’entrata della Sala Banti, dal colonnato e dal palco, utilizzato per le feste in piazza, ex Stella Verde.

L'assessore Calamai
L’Assessore Calamai

Non è la prima volta che l’amministrazione provvede a questo genere di pulizia, perché già alcuni anni fa erano stati spesi soldi pubblici per riportare il decoro in quella che è la principale piazza cittadina.

Il costo dell’intervento, infatti, non è indifferente. Sono occorsi ben 5 mila euro per “grattare” le pietre, ritinteggiare porte e cornicioni e rimuovere così le scritte dei vandali. In particolare, è stata sistemata l’uscita di sicurezza della Sala Banti che era stata scambiata per una lavagna con scritte d’ogni tipo. Analogo lavoro di pulizia è stato portato a termine alla primaria “Anna Frank” di Oste, dove le scritte avevano imbrattato i muri perimetrali dell’edificio e perfino la targa di intitolazione della scuola.

Solo pochi giorni fa il comune di Montemurlo aveva sistemato il vialetto pedonale che si trova al giardino pubblico di Rocca, dove i vandali si “divertivano” a divellere i ceppi di legno di cui era fatto, ma nuovi danneggiamenti non si sono fatti attendere.

Qualche giorno fa, infatti, anonimi hanno rotto le panchine in legno e rotto e rovesciato i tavoli da pic-nic che si trovano a pochi passi dai giochi per bambini. « È avvilente dover vedere scene come questa – conclude Calamai –. Come amministrazione comunale spendiamo ogni anni migliaia di euro per mantenere pulite, sicure e decorose le nostre piazze e i nostri giardini e poi in pochi minuti gruppi di balordi rovinano tutto. È davvero inaccettabile. Ci vorrebbe più senso civico. L’invito per tutti i cittadini è di essere “sentinelle” attive sul territorio e di segnalare ai vigili o ai carabinieri eventuali abusi a cui ci si trova ad assistere ».

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento