montemurlo. IL 2020 SARÀ L’ANNO DELLA CONCRETIZZAZIONE DELLE GRANDI OPERE

La giunta municipale di Montemurlo a fine anno 2019

MONTEMURLO. Il sindaco Simone Calamai e la sua giunta tagliano il traguardo del primo Natale alla guida della città di Montemurlo. Un anno davvero esaltante per Calamai, che alle elezioni comunali del maggio scorso ha conquistato il ruolo di sindaco con oltre il 60% delle preferenze.

I primi sei mesi del mandato Calamai sono stati intensi e febbrili: il rapporto e l’ascolto costante e quotidiano con i cittadini, le grandi opere di trasformazione del territorio, il lavoro per garantire uno sviluppo economico del territorio attento alle esigenze delle imprese e vicino alle necessità delle famiglie, in particolare alle fasce più deboli come le persone con disabilità.

Un impegno dunque a tutto tondo ma che per il 2020 avrà come obbiettivo prioritario la concretizzazione delle grandi opere, che già stanno cambiando il volto del territorio.

«Il 2020 porterà a compimento tutto ciò che ha preso il via in questo 2019. Naturalmente la partita più importante è quella del nuovo centro cittadino di Montemurlo — dice il sindaco Calamai — Le trasformazioni avviate troveranno piena concretizzazione: i nuovi parcheggi e la nuova viabilità sul perimetro dell’ex campo sportivo, il restyling di piazza della Libertà, il nuovo parco urbano, l’asilo nido a Morecci.

I lavori nel centro di Montemurlo

Inoltre, nel 2020 partirà anche la ristrutturazione della scuola di Novello (la parte della scuola di Novello, attualmente occupata dall’asilo nido, sarà trasformata in un centro polifunzionale n.d.r.), la realizzazione della passerella pedonale sul torrente Agna e la messa a norma sismica del palazzo comunale di via Toscanini per quasi un milione di euro d’investimento».

L’altro fronte sul quale Calamai mantiene la barra dritta è quello dello sviluppo economico: assecondare le esigenze aziendali attraverso una politica che punta su risposte certe e veloci della burocrazia.

« A breve porteremo in consiglio una variante urbanistica che consentirà di dare, a partire dal 2021, una piena concretizzazione al progetto della Fabbrica Rossa in centro a Oste. — spiega il sindaco Calamai — In questo modo una parte dei volumi industriali, oggi presenti nel centro di Oste, potranno essere spostati nella zona produttiva, lasciando nel cuore della frazione residenze e servizi che andranno a riqualificare tutta l’area.

Finalmente Oste avrà un vero centro civico bello e funzionale. Oggi, a differenza degli anni passati, abbiamo le condizioni effettive per portare a termine la riqualificazione dell’area centrale di Oste attraverso un costante dialogo con la proprietà».

L’altra parola d’ordine per il 2020 è “legalità”, un obbiettivo che Calamai e la sua giunta declineranno sotto vari aspetti.

Nel 2020 entrerà in funzione tutto il sistema di video-sorveglianza, che porterà sul territorio maggiore sicurezza in fatto di viabilità, lotta ai reati predatori, nonché al contrasto dell’abbandono di rifiuti sul territorio. La lotta all’illegalità nel 2020 avrà poi altri due importanti “bracci operativi”.

Fabbrica Rossa, rigenerazione a Oste

Nei primi mesi del nuovo anno entreranno in azione gli ispettori ambientali, che avranno il compito di sanzionare e perseguire i reati ambientali, come appunto le discariche abusive ma anche l’improprio conferimento dei rifiuti urbani.

L’altro grande traguardo del 2020 è la “polizia di prossimità”. « Chi vive e lavora a Montemurlo deve rispettare le regole — continua il sindaco Calamai — Non ci può essere uno sviluppo economico sano o una crescita sociale armonica se alla base non c’è un sistema di leggi e norme accettate, condivise e fatte rispettare.

Montemurlo non è una zona franca e non avremo tolleranza verso chi non rispetta i diritti e le leggi. Nel 2020 metteremo in campo una serie di azioni per rafforzare la presenza sul territorio della nostra polizia municipale attraverso i servizi di prossimità. Una presenza capillare sul territorio, in particolare nella zona di Oste, per avvicinare sempre di più il Comune ai problemi quotidiani della comunità nell’ottica di un dialogo costante».

Nell’agenda del sindaco tra gli impegni prioritari per il 2020 c’è quello contro il rischio idrogeologico che si lega strettamente alla manutenzione e alla cura della collina.

Più controlli sul territorio

« Combattere l’abbandono e l’incuria della nostra collina significa prevenire fenomeni come quelli del 2 dicembre scorso, che hanno causato l’allagamento della biblioteca», spiega il sindaco Calamai.

« Il sistema territoriale di prevenzione del rischio idraulico ha funzionato molto bene ma siamo consapevoli che c’è ancora da lavorare per far fronte ad eventi meteorologici sempre più intensi.

Ad inizio 2020 sarà completato l’impianto di sollevamento di Mazzaccheri, che gestisce una quantità d’acqua pari a quella dell’Arno.

Inizieranno poi i lavori per il potenziamento degli impianti di sollevamento sul torrente Agnaccino e Meldancione nei pressi di via Parugiano di Sotto. Quest’ultimo intervento servirà per mettere in sicurezza tutta la zona industriale di Santorezzo».

Naturalmente per il 2020 rimarrà invariata l’attenzione verso la manutenzione delle strade e del patrimonio pubblico. Il prossimo 7 gennaio gli alunni della “Margherita Hack” di Bagnolo torneranno in una scuola più sicura e bella .

Montemurlo. La scuola primaria di via Morecci

Sono stati infatti terminati gli interventi di messa in sicurezza sismica dell’atrio della scuola. A gennaio inoltre riaprirà anche la palestra comunale di Morecci dov’è stato sostituito il vecchio pavimento in parquet con un nuovo rivestimento. Grande attenzione anche per la cura di parchi e giardini e a Bagnolo in via Raffaello nascerà un nuovo parco giochi.

Infine, l’investimento in servizi per migliorare la qualità della vita sul territorio e qui le parole d’ordine della giunta Calamai sono tre:“ Ampliare, accogliere, includere”.

Nel corso di questi primi sei mesi del 2019 della giunta Calamai sono stati introdotti importanti servizi come l’accompagnamento sugli scuolabus anche per i bambini della scuola primaria, è stato attivato il servizio di pre-post scuola alla scuola dell’infanzia per bambini con certificazione (L.104), sono state aumentate le risorse per la scuola per fare inclusione soprattutto in relazione alla disabilità.

A breve poi saranno assegnati i 15 alloggi di edilizia popolare di via Lamarmora che daranno risposte concrete al problema dell’emergenza casa.

« Ampliare, ampliare, ampliare: è nostra volontà non fermarci ma lavorare con costanza per aumentare i servizi a favore dell’inclusione sociale. —conclude Calamai — Montemurlo punta sullo sviluppo economico, sul lavoro, avendo sempre al centro la persona e le sue esigenze»

L’augurio del sindaco Calamai a tutti i suoi concittadini per il 2020 è quello di poter realizzare tutti i propri sogni e le proprie aspettative, sapendo che il Comune è sempre vicino a loro.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email