montemurlo. IL COMUNE FESTEGGIA L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI IN CONGEDO

Ieri il sindaco Simone Calamai ha partecipato alla cerimonia per il 32esimo anniversario della fondazione della sezione montemurlese dell’Anc
Anc a Montemurlo, foto di gruppo

MONTEMURLO. A Montemurlo è stata una domenica di festa quella appena trascorsa. Ieri, 23 giugno, il sindaco Simone Calamai ha partecipato infatti alle celebrazioni per il 32esimo anniversario della sezione montemurlese dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e per il 151esimo anniversario della presenza dei carabinieri a Montemurlo.

Dopo la messa celebrativa nella parrocchia di Fornacelle, officiata da don Jareck, la manifestazione si è spostata al monumento ai caduti di piazza Donatori di sangue di fronte a municipio, dove l’Anc, insieme al sindaco Calamai, ha reso onore ai carabinieri morti in servizio e ai montemurlesi caduti in tutte le guerre.

« Il legame tra Montemurlo e i carabinieri è da sempre fortissimo — ha sottolineato il sindaco Simone Calamai.– Per questo sono stato particolarmente felice di festeggiare l’anniversario della sezione locale dell’Associazione nazionale carabinieri in congedo con la quale c’è un rapporto proficuo di collaborazione.

La deposizione della corona d’alloro

L’Anc, infatti, ha il merito di trasmettere, soprattutto ai giovani attraverso numerose iniziative, i valori che da sempre caratterizzano l’Arma: lealtà, onestà, impegno, dedizione, amor patrio. Se oggi Montemurlo è un Comune sicuro il nostro grazie va al lavoro quotidiano degli uomini e delle donne dell’Arma che presidiano il territorio con grande attenzione».

Numerose le autorità presenti. Oltre al presidente dell’Anc Montemurlo, Gianluca Messineo, al presidente onorario Vito Messineo e al vice Vincenzo Salvatore, non sono voluti mancare il comandante della Compagnia carabinieri di Prato, il maggiore Lorenzo Pecorella, il luogotenente Quintino Preite della Tenenza di Montemurlo, il luogotenenete Giovanni Verduci, l’ex comandante della Compagnia Carabinieri di Prato dal 1985 al 1991, il generale Gaetano Guastafierro, l’ispettore regionale dell’Anc, Salvatore Scafuri, l’ispettore Stefano Grossi della polizia municipale di Montemurlo e tutti i presidenti della provincia di Prato delle sezioni dell’Anc.

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email