montemurlo. IL COMUNE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

MONTEMURLO. Il comune di Montemurlo partecipa anche quest anno a “M’illumino di Meno”, l’evento promosso dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” in onda su Radio”, e giunto quest’anno alla tredicesima edizione.

Dalle ore 20 alle ore 22 le luci del palazzo comunale in via Montalese rimarranno spente per lanciare un messaggio di sensibilizzazione verso il consumo consapevole delle risorse.

«Si tratta di un gesto simbolico di attenzione verso l’ambiente. Il comune di Montemurlo è da tempo impegnato sul fronte del risparmio, attività che ci è stata ripagata con il recupero di titoli di efficienza energetica, i cosiddetti certificati bianchi emessi dal Gestore del Mercato Elettrica per un valore economico pari a 3500 euro», spiega l’assessore all’ambiente Simone Calamai.

L’assessore Calamai

Un risultato ottenuto grazie al lavoro dell’amministrazione comunale, che ha richiesto i titoli di efficienza energetica in seguito alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico, installato lo scorso anno sul tetto della scuola media “Salvemini-La Pira”, per la sostituzione degli infissi alla scuola materna di via Rosselli, alla palestra della scuola di Morecci e a Villa Giamari, e per la realizzazione del “cappotto” sulle pareti esterne del distretto socio-sanitario di via Milano».

“M’illumino di Meno” è dunque una giornata dedicata al risparmio energetico, ma anche alla condivisione. Oltre agli spegnimenti, infatti, quest’anno “Caterpillar” invita tutti a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse: dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva nel proprio condominio, aprendo la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto anti-spreco e motore di socialità.

«Credo che ciascuno di noi nel propria quotidianità, oltre a porre attenzione al risparmio delle risorse – ad esempio, non lasciando in stand by gli apparecchi elettrici o il televisore – può impegnarsi a rendere migliore la propria e l’altrui esistenza attraverso gesti semplici, come il riuso di oggetti e la condivisione di servizi e beni. L’adesione del comune di Montemurlo a “M’illumino di meno – conclude l’assessore Calamai – vuole lanciare un messaggio anche in questo senso».

 [masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento