montemurlo. IL COVID NON FERMA IL SOSTEGNO AGLI STUDENTI CON GRAVI DISABILITÀ

Confermato il servizio, finanziato dal Comune con oltre 50 mila euro. Rispettati tutti protocolli anti- covid. Coinvolti 25 bambini

Disabilità & scuola

MONTEMURLO. Nell anno della pandemia il Comune di Montemurlo investe con ancor più forza e convinzione nei servizi di supporto alla didattica per favorire l’inclusione e le pari opportunità degli studenti con gravi disabilità. I ragazzi e i bambini con disabilità, infatti, sono tra quei soggetti fragili che hanno subito in maniera più pesante l’isolamento imposto dal virus, perdendo l’importante routine della scuola e delle competenze acquisite nel tempo, magari con tanta fatica.

Ecco quindi che anche quest’anno nelle scuole montemurlesi (dall’infanzia alle medie) ritorna Ada, il progetto di sostegno e accompagnamento alla didattica per alunni con gravi disabilità (legge 104 comma 3).

Il servizio è ripreso il 12 ottobre scorso ed è finanziato dal Comune con oltre 50 mila, cifra incrementata per garantire la sicurezza e il rispetto dei protocolli anti-contagio legati al Covid e assicurare i dispositivi di protezione individuale per gli educatori, che non gireranno tra i vari plessi ma rimarranno per tutto l’anno con lo stesso gruppo di alunni.

L’assessore Alberto Fanti

Sono 25 gli alunni disabili presenti nelle scuole di Montemurlo che usufruiranno del servizio, svolto dagli operatori del Consorzio Coeso e alla cooperativa montemurlese Tarta-ruga, che da molti anni si occupa di disabilità.

L’attività è svolta dal lunedì al sabato per un totale di 78 ore settimanali e va ad aumentare il budget di ore di sostegno garantito dal Miur per gli alunni disabili.

« È importante garantire pari opportunità a tutti gli studenti — sottolinea l’assessore alle politiche sociali, Alberto Fanti — Soprattutto in questo periodo, pieno di nuove regole e restrizioni, come Comune non vogliamo lasciare soli gli alunni con disabilità e le loro famiglie e riteniamo che sia davvero importante garantire ore di supporto alla didattica e all integrazione con il resto della classe»

Le ore che il progetto Ada mette a disposizione degli alunni con disabilità servono anche per supportare l’autonomia personale degli alunni e come sostegno alla didattica, ai laboratori scolastici, anche fisico- motori, svolti singolarmente o in gruppo.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email