montemurlo. IL NO DEL PD AL PROGETTO “CHE ARIA TIRA”

I due consiglieri del Movimento 5 Stelle Montemurlo

MONTEMURLO. Consiglio comunale del 28 novembre scorso, ancora una volta il Sindaco Lorenzini ed il Pd montemurlese mostrano tutti i propri limiti bocciando la proposta del Movimento 5 Stelle di patrocinare il progetto “Che aria tira”, un progetto di Cittadinanza Attiva e di Citizen Science che ha come obiettivo quello di costruire una rete di automonitoraggio della qualità dell’aria, dove i cittadini, le associazioni/organizzazioni o altre istituzioni, possono dotarsi di una propria centralina di monitoraggio ambientale e condividere i dati online su una piattaforma pubblica http://www.cheariatira.it.

Da oltre due anni figure di rilievo del panorama toscano quali docenti universitari, ex tecnici di Arpat e tecnici informatici, hanno contribuito per rendere possibile questo progetto. È infatti giunta alla fine la fase di taratura degli strumenti che, al costo di poco più di 30 euro, consentono di mappare con assoluta capillarità, precisione ed in tempo reale la situazione dell’inquinamento dell’aria derivante da PM10 e PM 2.5.

Nella zona di Montemurlo e Montale sono già attive una decina di centraline ed un’altra trentina saranno attivate nei prossimi mesi. Questo progetto non ha lo scopo di “sostituirsi” alle strumentazioni ed al lavoro che gli organi preposti come Arpat stanno già facendo piuttosto si prefigge di essere anche di aiuto e di supporto alle attività svolte da questi enti.

“Il solo monitoraggio dell’aria non risolve certo il problema dell’inquinamento — afferma il consigliere Marco Sarti — ma è indubbia la necessità di sensibilizzare la cittadinanza su un problema così grave che incide indelebilmente sulla salute nostra e dei nostri figli”.

“Viviamo in una delle aree più inquinate d’Italia — prosegue il consigliere Mungai — e quindi la mozione presentata dal Movimento Cinque Stelle era assolutamente di buon senso, ma è stata bocciata dal sindaco Lorenzini come tante altre nel corso di questa consiliatura”.

Vengono spesi molti soldi a volte per patrocinare eventi o finanziare attività di vario genere e crediamo assurdo dire di no a questo progetto che va nella direzione dell’informazione, del buon senso e del rispetto della salute dei cittadini.

Marco Sarti — Enrico Mungai (M5S Montemurlo)

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento