montemurlo. IL PRANZO DI NATALE A DOMICILIO PER CINQUANTA PERSONE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICA

A Montemurlo un gruppo di associazioni del territorio, grazie alla collaborazione del ristorante Fabbrica in Pedavena di via Galcianese, consegneranno oggi il pranzo di Natale a casa di 50 persone che stanno vivendo un momento di difficoltà

Natale di solidarietà

MONTEMURLO. A Montemurlo sarà un Natale di solidarietà. Un gruppo di associazioni del territorio, composto da Cisom, Misericordia di Montemurlo, Lions e San Vincenzo de Paoli, hanno unito le forze per regalare a cinquanta persone indigenti la gioia di un pranzo di Natale con i fiocchi. A mettere a disposizione i pasti è il ristorante “Fabbrica in Pedavena” di via Galcianese a Prato che ha voluto regalare il pranzo della festa più bella dell’anno a chi, altrimenti, avrebbe dovuto rinunciare alla tavola imbandita.

Stamani 25 dicembre i volontari delle associazioni ritireranno i pasti al ristorante e, su indicazione dell’associazione San Vincenzo De’ Paoli, che si occupa dell’assistenza e del sostegno alle famiglie in difficoltà, consegneranno il pranzo a domicilio, come dei veri “Babbi Natale”.

Nei giorni scorsi volontari del Cisom con Francesco Messineo, dei Lions, rappresentati da Michele Vuolato e della Misericordia Montemurlo, presente il presidente Daniele Lombardi, hanno presentato l’iniziativa in municipio: «La forza di Montemurlo è il grande cuore delle associazioni di volontariato che, ancora una volta, si mettono insieme per aiutare il prossimo ed essere vicini a chi è in difficoltà — ha detto il sindaco Simone Calamai — Una comunità coesa che sa dare concretezza alla parola solidarietà. Mai come quest’anno, con l’inflazione galoppante, è importante aiutare le famiglie in difficoltà economica».

Da parte loro le associazioni coinvolte vogliono lanciare un messaggio a tutti i cittadini: «Si tratta di un’esperienza che si può fare, ci auguriamo che in tanti ci imitino e che compiano gesti concreti di solidarietà verso il prossimo».

Sempre in tema di sostegno agli indigenti, ritorna anche quest’anno il progetto della Befana Solidale, promossa da Cisom, Lions, Misericordia Montemurlo, San Vincenzo, Croce d“oro Montemurlo con il patrocinio del Comune. È già aperta la raccolta di dolciumi confezionati e giocattoli nuovi o comunque in buono stato, per confezionare le calze della Befana che saranno consegnate il prossimo 6 gennaio ai bambini di famiglie in difficoltà economica.

Base operativa del progetto è la sede del Cisom di via Alfieri, che rimarrà aperta in via straordinaria il 30 dicembre dalle ore 9 alle 12,30 e il 3 gennaio dalle ore 15 alle 18, dove si potranno portare i dolciumi e i giocattoli che comporranno i pacchi-dono della Befana. Il materiale potrà essere consegnato anche nelle tre parrocchie di Montemurlo (Sacro Cuore, Bagnolo e Fornacelle) durante le messe, mentre un punto di raccolta stabile è istituito presso la sede della Misericordia di Montemurlo e alla Croce d’oro di via Bicchieraia.

Basta poco per regalare un sorriso ai bambini. Un pacchetto di caramelle o un piccolo gioco per fare in modo che la Befana arrivi in tutte le case.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email