montemurlo. INIZIATO IL CONSOLIDAMENTO DELL’ARGINE DELL’AGNA

Inoltre, sempre sui corsi d'acqua, partirà già da oggi lo sfalcio della vegetazione infestante
Iniziati i lavori sul torrente Agna 1
Montemurlo. I lavori sul torrente Agna. 1

MONTEMURLO. Sono iniziati questa settimana i lavori di consolidamento dell’argine del torrente Agna. Si tratta di un intervento molto importante per garantire la sicurezza idraulica del territorio.

Un lavoro che consentirà di scongiurare il rischio di crolli arginali, proteggendo tutta la zona a sud della Nuova provinciale montalese e in particolare la frazione di Oste.

«L’attenzione dell’amministrazione comunale sul tema del rischio idraulico è a 360 gradi – spiega l’assessore all’ambiente e ai lavori pubblici, Simone Calamai –. Non solo stiamo lavorando alla rapida concretizzazione del progetto da 3,5 milioni di euro per risolvere le criticità del sistema fognario, ma stiamo intervenendo in maniera capillare anche sul reticolo idraulico per garantire la sicurezza e prevenire eventuali problematiche causate da cedimenti delle sponde, dalla vegetazione o da altri fattori e problematiche».

I lavori, eseguiti dalla ditta Cafissi, interessano il tratto del torrente che si estende per la lunghezza di circa un chilometro, tra Villa Popolesco fino a Villa Gerini, nella zona dello stadio a Oste.

Maltempo permettendo, la conclusione del cantiere è prevista per la fine di ottobre. Il progetto, per un importo da 300 mila euro, è stato presentato dal Consorzio di bonifica Medio Valdarno e dall’ufficio del Genio civile Valdarno centrale di Prato e finanziato dalla Regione Toscana.

L’Agna, infatti, in questo tratto è fortemente “pensile”. I depositi di materiali e detriti, accumulandosi lentamente negli anni lungo il corso del torrente hanno provocato un innalzamento del letto fluviale a un livello superiore rispetto a quello del terreno circostante, rendendo gli argini più fragili e a rischio crolli.

Montemurlo, lavori sul torrente Agna
Montemurlo. I lavori sul torrente Agna. 2

Il consolidamento dell’argine avrà poi una ricaduta positiva anche per la mobilità sostenibile, perché lungo il torrente sarà realizzato un primo tratto di pista ciclo-pedonale, che sarà concluso nei prossimi anni e collegherà Oste con Montemurlo

L’attenzione dell’amministrazione sul reticolo idraulico, però, non si esaurisce qui, perché proprio oggi, 6 ottobre, inizierà lo sfalcio della vegetazione infestante sui torrenti d’acqua del territorio.

La direzione lavori del Consorzio Medio Valdarno, infatti, ha deciso di posticipare il taglio per evitare che le piante infestanti ricrescano troppo rapidamente, rischiando così di permanere per tutta la stagione invernale.

Le operazioni di pulizia dei corsi d’acqua dureranno circa una ventina di giorni, anche in questo caso se il tempo sarà clemente.

A partire da oggi, dunque, la ditta incaricata inizierà lo sfalcio meccanizzato dei corsi d’acqua Meldancione, Funadola e Stregale con l’utilizzo di ben sei macchine per terminare l’intervento in tempi rapidi.

Sui torrenti Iolo, Bagnolo e Ficarello il taglio della vegetazione inizierà, invece, lunedì 10 ottobre con un primo taglio manuale e un intervento meccanizzato a partire da lunedì 17 ottobre. Infine, sul torrente Agna e sui rimanenti corsi d’acqua i tagli inizieranno da lunedì 10 ottobre.

[masi – comune montemurlo]

Torrente Agna
Montemurlo. Il torrente Agna

Lavori sul torrente Agna
Montemurlo. I lavori sul torrente Agna

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento