montemurlo. IO NON RISCHIO 2022, RITORNA L ’INFORMAZIONE SULLE BUONE PRATICHE DI PROTEZIONE CIVILE

Sabato 15 e domenica 16 ottobre i volontari di Croce d’oro, Vab Montemurlo e del sistema comunale di protezione civile incontrano i cittadini al centro commerciale di via Livorno e in piazza Don Milani per informali sul piano comunale di protezione civile con un focus sui rischi alluvione e terremoto

Nella foto da sinistra, l’assessore Vespi, il sindaco Calamai, Elia Colzi della Croce d’oro, Valerio Palandri Vab Montemurlo e due volontari della Vab

MONTEMURLO. Sabato 15 e domenica 16 ottobre a Montemurlo si svolgerà la dodicesima edizione di Io non rischio, la campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile e sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. I volontari di protezione civile appartenenti a Croce d’oro Prato – Montemurlo, Vab Montemurlo e al sistema comunale di protezione civile sono pronti ad incontrare i cittadini per informarli sui rischi che interessano il territorio e sulle buone pratiche da adottare in caso di alluvione e terremoto.

«Non sempre tra i cittadini c’è piena conoscenza dei comportamenti più giusti da mettere in atto in caso di emergenza —spiega il sindaco Simone Calamai — Ecco perché è importante informarsi e partecipare a Io non rischio. Sempre in tema di informazione e protezione civile, il Comune di Montemurlo ha lanciato il sistema di avvisi telefonici tramite Alert System che consente di informare i cittadini sulle allerte meteo in corso (arancioni-rosse)».

Sabato 15 ottobre i volontari faranno base al centro commerciale di via Livorno, mentre domenica 16 ottobre Io non rischio sarà in piazza Don Milani. I cittadini riceveranno materiale informativo sugli elementi essenziali del piano comunale di protezione civile con un’attenzione particolare alle buone azioni da mettere in campo per affrontare i rischi alluvione e terremoto, focus tematici di questa edizione 2022.

«Anche quest’anno riportiamo in piazza le buone pratiche di protezione civile per diffondere la cultura della prevenzione. — spiega l’assessore alla protezione civile, Valentina Vespi — La consapevolezza del rischio è il primo strumento efficace per affrontare le emergenze. L’invito a tutti i cittadini è quello di venire a farci visita, a parlare con i volontari e a porre domande».

I volontari Elia Colzi della Croce d’Oro e Valerio Palandri della Vab Montemurlo sollecitano ad «avere memoria storica per fare prevenzione. Ricordare ciò che è avvenuto è importante perché ci consente di lavorare per migliorare e mettere in atto i comportamenti più giusti per non farsi trovare impreparati di fronte alle emergenze».

[masi— comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email