montemurlo. IO NON RISCHIO, IN DUE GIORNI RAGGIUNTE OLTRE TRECENTO PERSONE

Marco Innocenti, Michel Galeotti, Emily Wahby e Christian Giagnoni sono stati i testimonial dell'iniziativa dedicata alle buone pratiche di protezione civile. Impegnati i volontari del sistema comunale di protezione civile, la Vab Montemurlo e la Croce d'oro Prato
L’assessore Vespi alla manifestazione con il campione olimpionico Innocenti

MONTEMURLO. Grande successo per l’iniziativa Io non rischio, la campagna di prevenzione e di promozione delle buone pratiche di protezione civile che si è svolta sabato 12 e domenica 13 ottobre scorsi ai centri commerciali di Montemurlo e Bagnolo (Coop e Simply) ed ha registrato oltre trecento presenze.

Ad essere impegnati nelle due giornate di sensibilizzazione della cittadinanza dai rischi a cui è sottoposto il nostro Paese sono stati i volontari della Vab Montemurlo e della Croce d’oro Prato insieme alla struttura di protezione civile comunale.

La bella novità di quest’anno è stata la presenza di quattro testimonial d’eccezione, il campione olimpico di tiro a volo double trap Marco Innocenti, Michel Galeotti, campione italiano di biliardo, Emily Wahby, campionessa mondiale di Muay Thay e Christian Giagnoni, vincitore per quattro volte consecutive del Giro d’Italia handbike, che si sono trattenuti con i volontari e con i cittadini che si sono fermati allo stand di io non rischio.

Anche il sindaco con i volontari della Protezione civle

Non sono voluti mancare all’appuntamento anche il sindaco Simone Calamai, il vice sindaco Giuseppe Forastiero e l’assessore alla protezione civile, Valentina Vespi che ha ricordato l’importanza della prevenzione: « Attraverso l’iniziativa Io non rischio siamo riusciti a raggiungere tanti cittadini e a informali sugli strumenti messi a disposizione dall’amministrazione comunale per rimanere informati sulle allerte meteo in corso e sui comportamenti più adeguati da tenere per non correre rischi inutili.

Il Comune di Montemurlo da tempo ha aderito al progetto Progetto cittadino informato, attraverso il quale scaricarte sul proprio telefonino una app e ricevere sms in caso di allerta. L’informazione è il primo strumento di prevenzione e se i cittadini sono consapevoli dei rischi del territorio dove vivono la protezione civile funziona meglio».

Il sindaco Calamai ha voluto ringraziare i volontari di Vab Montemurlo, Croce d’oro e i testimonial per il loro impegno nel diffondere alla cittadinanza le buone pratiche di protezione civile. 

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email