montemurlo. LA POLIZIA MUNICIPALE FA UN BILANCIO DELLE ATTIVITÀ SVOLTE NEL 2022

Presentati i dati dell’attività operativa: lotta ai comportamenti incivili, controllo del territorio e recupero delle tasse non pagate. Il progetto Equità ha visto 125 controlli di attività produttive e il recupero di oltre 200mila euro di tasse comunali evase

Nella foto da sinistra l’assessore Valentina Vespi, il sindaco Simone Calamai, la comandante Enrica Cappelli e gli ispettori Stefano Melani e Stefano Grossi.

MONTEMURLO. Un grande lavoro di squadra a tutela dei cittadini e della sicurezza del territorio: la polizia municipale di Montemurlo, nel giorno dedicato a San Sebastiano, patrono del Corpo, fa un bilancio delle attività svolte nel 2022. Un anno segnato da un’’intensa attività di controllo del territorio, sotto il segno dell’equità tributaria e della prossimità ai cittadini.

Obiettivo prioritario dell’amministrazione è stata la lotta ai “comportamenti incivili” per una Montemurlo sempre più sicura, attenta ai bisogni e ai diritti delle persone e rispettosa dei beni pubblici.

«La polizia municipale anche nel 2022 ha raggiunto ottimi risultati operativi a fronte, negli ultimi mesi dell’’anno, di cinque agenti in organico in meno. — dice il sindaco Simone Calamai – Un’attività intensa che può essere sintetizzata in tre parole: prossimità e vicinanza ai cittadini, equità e lotta all’evasione fiscale, contrasto all’illegalità e ai comportamenti incivili che danneggiano la comunità»

La polizia municipale ha svolto numerosi servizi in borghese per contrastare comportamenti non corretti che, in vario modo, danneggiano la collettività: distrazione alla guida, come l’uso del cellulare senza auricolare (144 sanzioni elevate), o mettono a repentaglio la sicurezza personale, come il mancato uso delle cinture (27 controlli in borghese con 49 sanzioni contestate) o l’uso scorretto dei monopattini o biciclette (27 controlli di cui due effettuati in collaborazione con la polizia municipale di Prato nel tratto via Berlinguer con una sanzione sul territorio di Montemurlo).

Nell’ambito del contrasto ai comportamenti incivili sono stati effettuati 3469 controlli per verificare la corretta occupazione degli spazi di sosta per invalidi con l’elevazione di 52 sanzioni per l’occupazione abusiva degli stalli di sosta riservati.

Sono 263 i controlli delle aree verdi con due sanzioni amministrative per la contravvenzione all’obbligo di raccolta delle deiezioni canine. Sono stati 29 gli accertamenti sulla corretta gestione e il benessere degli animali con la contestazione di 9 verbali per cani lasciati liberi senza la dovuta custodia.

CONTROLLO DEL TERRITORIO E PROSSIMITÀ – La polizia municipale di Montemurlo nel corso del 2022 ha attivato un nuovo servizio di controlli “appiedati” nelle principali frazioni. Il comando ha individuato 4 percorsi, due a Montemurlo Centro, uno a Bagnolo e uno a Oste; nel corso dell’anno sono stati svolti 88 servizi.

«I servizi svolti a piedi dai nostri agenti ci consentono di fare un presidio del territorio con una presenza capillare in ogni frazione.— spiega la comandante della polizia municipale di Montemurlo, Enrica Cappelli – Un’attività di controllo che ci permette di stare vicino ai cittadini, confrontarsi con loro, raccogliere le loro segnalazioni, raggiungendo ottimi risultati anche in termini di risposta ai problemi e alle questioni sollevate dai cittadini stessi.

Gli agenti della Pm di Montemurlo di fronte alla sede del Comando

Oltre all’attività ordinaria nel 2022 abbiamo attivato tre progetti per il contrasto all’illegalità, per la lotta ai comportamenti incivili e per il contrasto alla cessione e vendita di stupefacenti»

PROGETTO EQUITÀ  Il progetto “Equità”, per il recupero delle tasse comunali non pagate, ha visto impegnata la polizia municipale insieme ai tecnici della partecipata Sori e, dal giugno scorso, anche di Alia, in 125 controlli di attività produttive, di cui 60 attività sono state controllate anche da Alia Servizi Ambientali spa.

Nel corso degli accertamenti gli agenti hanno verificato la regolarità delle posizioni individuali dei titolari e dei dipendenti trovati all’interno dell’attività, come il pagamento delle tasse comunali, principalmente Tari e Imu, suolo pubblico (ad esempio, i passi carrabili), pubblicità (cartelli e insegne), e sanzioni.

Il riscosso complessivamente nell’immediato è stato pari a euro 110.065 mentre le cifre rateizzate ammontano a euro 142.527, di cui in particolare per il Comune di Montemurlo il saldo immediato è pari a euro 81.233 e le rateizzazioni a 119.357 euro.

Delle 60 attività, controllate anche da Alia, sono stati scoperti 22 evasori totali, per una superficie totale soggetta a tariffa artigianale di 15.574 mq corrispondente ad un valore economico di evasione pari a euro 137.898, per il quale è stata attivata la procedura di recupero. «Il recupero dell’evasione fiscale è un’attività molto importante — aggiunge l’ispettore Stefano Melani — Solo il 15% delle aziende controllate è risultato regolare, il 48% delle utenze sono morose verso l’amministrazione comunale, mentre gli evasori totali sono pari al 37%.

Significativo anche il dato relativo alle nuove partite Iva aperte sul territorio che controlliamo grazie all’accordo con la Camera di Commercio: il 20% risulta inesistente»

CONTROLLI PREVENTIVI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE DI NUOVO AVVIAMENTO – Grazie all’accordo tra il Comune di Montemurlo e la Camera di Commercio di Prato e Pistoia, la polizia municipale ha eseguito 13 uscite e, grazie al supporto di un interprete, gli agenti hanno verificato l’effettiva presenza delle attività produttive condotte da cittadini stranieri, con 70 ditte controllate, di cui 15 inesistenti o con indirizzo diverso o cessate.

CONTRASTO ALL’ILLEGALITÀ– Tra le operazioni più importanti condotte nel corso del 2022 c’è il sequestro, nel luglio 2022, di prodotti alimentari e di un ingente quantitativo di scatole contenenti prodotti medicali, entrambi riportanti ideogrammi cinesi. Da ricordare anche l’intervento interforze nella proprietà Sirim srl, in via Labriola – via Fiume.

Il sopralluogo ha visto la collaborazione di circa 70 persone (polizia di Stato, carabinieri, dei Vigili del fuoco, della guardia di Finanza e della polizia municipale, oltre al personale della Usl- dipartimento Pisl, dell’Inps, di Alia, e delle guardie venatorie). La superficie controllata è stata di 15mila metri quadrati — corrispondente ad oltre due campi sportivi — suddivisi in sei unità immobiliari a destinazione artigianale e sede operativa di 17 ditte, prevalentemente di confezione di abbigliamento, e 10 unità immobiliari a destinazione residenziale corrispondenti a dieci diversi locatari.

Gli agenti della PM di Montemurlo di fronte al Comune con il sindaco

La maggior parte delle ditte controllate erano condotte da cittadini cinesi. Al loro interno sono state trovate decine di persone non regolari sul territorio italiano e prese in carico dalla questura e dai carabinieri. L’intero complesso è stato messo sotto sequestro e il proprietario e i locatari denunciati per gli abusi edilizi di frazionamento e di variazione della destinazione d’uso dei locali (dall’uso produttivo a quello residenziale), oltre che per la violazione della normativa antincendio e per la violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Ad oggi, i locali sono ancora sottoposti a sequestro, in attesa del loro ripristino e adeguamento alle normative violate.

Infine, in ambito operativo per il rafforzamento delle attività di controllo sul territorio la polizia municipale, insieme ai carabinieri della locale Tenenza, ha portato avanti il progetto “No grazie la mia vita è già stupefacente” per il contrasto del fenomeno di cessione, vendita e consumo di stupefacenti.

Gli agenti hanno svolto 160,5 ore di attività che hanno portato a 16 controlli in borghese in orario di ingresso e uscita del Liceo artistico “Brunelleschi” di Oste con autocivetta. Le operazioni hanno portato al ritrovamento in un casolare abbandonato di via Taro di 7,60 grammi di ketamina e un bilancino di precisione digitale, oltre ad altre sostanze utilizzabili per tagliare la sostanza stupefacente e al sequestro amministrativo di un veicolo (guida senza patente perché mai conseguita) propedeutico alla successiva ispezione, dove erano occultati grammi 57,70 di ketamina.

Infine, le classi seconde e terze della scuola media “Salvemini – La Pira” hanno svolto una specifica attività formativa, attraverso la metodologia peer to peer, con l’intervento di esperti della polizia municipale, dei carabinieri, della Usl (Serd e Promozione della Salute) e la realizzazione finale di un cortometraggio con il regista Stefano Luci.

ACCERTAMENTI EDILIZI – La polizia municipale ha effettuato 271 sopralluoghi da cui sono scaturite 21 notizie di reato per abusi edilizi, che hanno portato al sequestro preventivo di una unità immobiliare a destinazione produttiva. A seguito dei sopralluoghi sono inoltre state elevate multe per 22 violazioni amministrative riguardanti le norme del regolamento edilizio; effettuati anche 34 sopralluoghi per la verifica di ordinanze di demolizione e ripristino.

Agenti della polizia municipale di Montemurlo

CONTROLLI AMBIENTALI – La polizia municipale ha effettuato 154 controlli ambientali, svolti su iniziativa propria o su delega dell’autorità giudiziaria, che hanno portato a otto comunicazioni di notizia di reato, di cui tre con sequestro penale di immobili artigianali e 81 verbali per violazioni di natura amministrativa.

CONTROLLI ATTIVITÀ COMMERCIALI: La polizia municipale ha svolto 28 accertamenti su esercizi di vicinato e pubblici esercizi. Per quanto riguarda il commercio su area pubblica sono stati verificati i titoli, nonché eseguita la riscossione della tassa di occupazione di suolo pubblico di 708 operatori occasionali nei tre mercati rionali, oltre a 35 attività ambulanti. 

È stata inoltre eseguita la revisione, censimento e aggiornamento delle liste dei concessionari. In totale sono state elevate 6 sanzioni in violazione della normativa regionale in materia commerciale.

SICUREZZA STRADALE — Il primo dato rilevante è che per il terzo anno consecutivo sulle strade montemurlesi non si registrano vittime. In calo anche il numero complessivo degli incidenti: se nel 2021 a Montemurlo si sono verificati 80 incidenti, nel 2022 i sinistri sono scesi a 77, un dato davvero significativo se paragonato all’anno 2000 quando gli incidenti rilevati furono 212.

Diminuisce anche il numeri degli incidenti con lesioni: nel 2022 sono stati 48 con nessuna prognosi riservata mentre nel 2021 furono 55 (di cui 2 prognosi riservate). In totale lo scorso anno sono state 114 le persone coinvolte in incidenti che non hanno riportato lesioni (furono 117 nel 2021) 57 quelle ferite (nel 2000 furono 150). Il mese con più incidenti stradali è stato settembre (10 sinistri), marzo il più “tranquillo” (3 incidenti).

«Il dato positivo più importante da rilevare è che a Montemurlo continua a calare il numero degli incidenti e dei feriti — spiega l’ispettore Stefano Grossi – Diminuisce anche il numero degli autoveicoli trovati senza copertura assicurativa mentre è in peggioramento quello relativo alla revisione dei veicoli.

Comunque, c è da rilevare che a Montemurlo negli ultimi 20 anni il numero di incidenti e feriti è drasticamente ridotto a fronte di circa 55 mila veicoli che ogni giorno transitano sulle strade montemurlesi. Merito di un lavoro congiunto sulla viabilità cittadina con l’eliminazione di incroci pericolosi, sulla sicurezza stradale, anche attraverso il progetto “La strada giusta”, i controlli svolti dalla polizia municipale»

INCIDENTI, ETÀ DELLE PERSONE COINVOLTE E FASCE ORARIE – Se prendiamo in considerazione l’età delle persone coinvolte in incidenti nell’ultimo anno, vediamo che la fascia più esposta è quella dai 51 ai 60 anni (21 persone coinvolte senza lesioni e otto con lesioni), seguita dalla fascia 41-50 anni con 14 persone senza lesioni, 8 feriti.

Tre i bambini nella fascia d’età 0-10 anni coinvolti in incidenti (due senza lesioni e uno ferito). Cambiano gli orari con la maggior frequenza di incidenti: nel 2022 è stato il tardo pomeriggio tra le ore 18 e le 19 a registrare il maggior numero di sinistri, ben 10 (nel 2021 erano le fasce orarie di entrata e uscita delle attività lavorative). Fasce “a rischio” anche le ore 16-17 e tra le ore 12 e le 13, orari durante i quali si sono registrati rispettivamente 8 incidenti.

Gli agenti della Pm nella nuova piazza di fronte al municipio

INFRAZIONI ACCERTATE COME CAUSA DI INCIDENTI – È la velocità non adeguata e la perdita di controllo del veicolo la principale infrazione al Codice della strada causa di incidenti a Montemurlo nel 2022: la polizia municipale ha accertato ben 20 violazioni di questo tipo. Al secondo posto c’è, invece, l’omessa precedenza, che ha causato 18 sinistri, e al terzo posto il mancato rispetto della distanza di sicurezza con 11 violazioni rilevate.

CONTROLLI AUTOVELOX – Nel 2022 sono stati effettuati 48 controlli ( per un totale di 78,5 ore di intervento e 14338 veicoli verificati) per stabilire il rispetto dei limiti di velocità con 266 violazioni accertate, di cui 9 contestate direttamente e 257 successivamente. Il dato confortate da rilevare è che le violazioni accertate sono in calo rispetto al 2021 e rappresentano l’1,87% del totale dei veicoli controllati ( nel 2021 la percentuale era del 2,01%).

TARGA SYSTEM – Calano ancora i veicoli non assicurati in circolazione sulle strade montemurlesi. Il Targa System, il sistema per la rilevazione della corretta assicurazione e revisione dei veicoli, nel 2022 ha accertato 932 violazioni nel corso di 90 controlli e 210 ore di intervento. Su un totale di 84.982 veicoli controllati quelli trovati privi di assicurazione sono 71 (10 contestati immediatamente e 61 d’ufficio) in calo rispetto al 2021 quando furono trovati 87 mezzi non in regola.

Aumentano, invece, le infrazioni legate alla mancata revisioni degli autoveicoli: nel 2022 gli agenti hanno trovato 861 mezzi non in regola ( 292 multe elevate direttamente e 569 d’ufficio), erano 346 nel 2021. Le infrazioni accertate, in rapporto ai veicoli controllati, sono pari all’ 1,09% in crescita rispetto al 2021 quando furono lo 0,59% ma in calo se paragonate all’1,80% del 2019.

LE CONTRAVVENZIONI AL CODICE DELLA STRADA – Nel corso del 2022 le contravvenzioni più frequenti elevate dalla Polizia Municipale sono state quelle per la mancata rimozione dei veicoli per la pulizia strade (1426 ), seguita dall’omessa revisione dei veicoli (874), dal passaggio con semaforo rosso (352) dalla sosta irregolare o su passi carrabili (287). In totale sono state rilevate 4050 violazioni al Codice della strada, pur con un organico ridotto di cinque unità rispetto a 2021 quando furono 4196.

ETILOMETRO– Nel 2022, dopo le restrizioni legate alla pandemia, sono ripresi gli accertamenti alcolemici per la verifica della guida in stato di ebrezza con l’etilometro. Nel 2022 sono stati controllati 174 conducenti di veicoli con una sola violazione rilevata.

ACCERTAMENTI E CONTROLLI  Nel corso del 2022 l’attività di gestione delle pratiche e degli accertamenti svolta dalla polizia municipale è stata molto intensa. Gli accertamenti anagrafici hanno visto 767 pratiche, 506 iscrizioni, 197 variazioni e 64 cancellazioni; 104 le comunicazioni per la cessione di fabbricato, 126 le comunicazioni di ospitalità , 115 le richieste di accertamenti da parte dell’autorità giudiziaria gestiti dal Comando di via Toscanini (come notifiche atti, elezioni di domicilio ecc…)

OBBLIGO SCOLASTICO Crescono le verifiche legate alla mancata frequenza della scuola dell’obbligo dei giovani fino ai 16 anni. Se nel 2021 gli accertamenti erano stati 13 nel 2022 sono saliti a 25 e in 4 casi è scattata la denuncia penale.

In prevalenza sono le famiglie di origine straniera quelle che non ottemperano all’obbligo ma non mancano neppure gli italiani, che devono essere richiamati alla frequenza del corso di studi per i propri figli.

Un controllo della Polizia Municipale di Montemurlo

PERMESSI E INVALIDI Nel corso del 2022 la polizia municipale ha rilasciato 107 permessi per invalidi; 75 i permessi per accedere alla ztl di piazza Castello alla Rocca, 40 nulla osta per trasporti eccezionali e un Tso/ aso, un trattamento sanitario obbligatorio.

Il rilascio dei permessi di occupazione del suolo pubblico ha visto la gestione di 54 pratiche per i privati e di 55 per manifestazioni, eventi e gare sportive.

OGGETTI SMARRITI La polizia municipale si occupa della gestione del deposito degli oggetti smarriti ritrovati sul territorio. Tanti gli oggetti ritrovati nel 2022 tra i quali una fede nuziale, restituita ad un uomo di Quarrata e quattro macchine telecomandate, abbandonate e mai più reclamate.

CONTROLLI COVID  Da gennaio ad aprile 2022, sono stati effettuati, su disposizione della Prefettura di Prato, i controlli sul rispetto delle misure anti-contagio, che hanno interessato sia gli esercizi pubblici che il trasporto pubblico. In tutto sono stati elevati 17 verbali per violazione delle misure anti – contagio.

NOVITÀ 2023 – Tra le novità di questi primi mesi del 2023 c’è l’introduzione di due body cam, che saranno date in in dotazione agli agenti in servizio sul territorio. Si tratta di telecamere, indossabili su divise o caschi, che potranno essere attivate in presenza di concrete situazioni di pericolo di turbamento dell’ordine pubblico, di reati o minacce.

Le strumentazioni serviranno per migliorare le condizioni di sicurezza in cui si trovano a intervenire gli operatori della polizia municipale, garantendo comunque la tutela della privacy dei cittadini e rendendo più efficiente la capacità di documentare le attività e la raccolta degli elementi di prova.

Le telecamere potranno essere utilizzate in diverse attività svolte dal corpo, dall’infortunistica stradale al pronto intervento passando per l’ordine pubblico, ma anche a supporto dei controlli su edilizia e commercio e dei servizi di polizia giudiziaria.

Altre quattro body cam arriveranno al Comando di via Toscanini nei prossimi mesi grazie al progetto “Scuole sicure”, che fa seguito alla positiva esperienza di “No grazie, la mia vita è già stupefacente”. “Scuole sicure” è l’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici che la polizia municipale porterà avanti nei prossimi mesi e prevede controlli antidroga e l’installazione di una telecamera di videosorveglianza nei pressi del Liceo “Umberto Brunelleschi” di Oste.

Un’attività che punta a prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti vicino alle scuole. L’attività di controllo riguarderà tutte le scuole del territorio. «Anche nel 2023 continueremo a lavorare per garantire la sicurezza dei nostri cittadini – conclude l’assessore alla polizia municipale, Valentina Vespi – Implementeremo la videosorveglianza e i controlli finalizzati al contrasto della cessione di stupefacenti per tutelare i nostri giovani e a questo proposito nei prossimi mesi fare controlli nei pressi delle scuole con l’ausilio di unità cinofile»

Tra le altre novità in arrivo c’è l’implementazione del progetto Equità, che vede impegnata la polizia municipale, Sori e Alia, che a breve potrebbe vedere l’entrata degli ispettori della Usl. Dunque, non più solo recupero delle tasse mai pagate ma anche controlli in azienda finalizzati alla verifica degli ambienti e alla sicurezza nei luoghi di lavoro.

[masi —comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email