montemurlo. MENSA SCOLASTICA, PER OGNI DUBBIO ARRIVA LO SPORTELLO DELLA DIETISTA

A partire da giovedì 17 ottobre genitori e insegnanti avranno un punto di riferimento per dubbi e chiarimenti sui menù proposti a scuola . Per l’assessore alla pubblica istruzione Antonella Baiano: « Un servizio nuovo per essere sempre più trasparenti e vicini alle famiglie»
Mensa scolastica

MONTEMURLO. Da giovedì 17 ottobre a Montemurlo entra in funzione lo sportello della dietista, un servizio attivato dall’azienda che gestisce la refezione scolastica, la Dussmann Service, con il Comune per essere sempre più vicini alle famiglie e rispondere a dubbi e necessità.

Con cadenza settimanale, ogni giovedì dalle ore 15 alle 17, genitori, familiari e insegnanti, troveranno una figura professionale qualificata, che sarà disponibile a fornire informazioni e supporto in merito a qualsiasi richiesta inerente il servizio della mensa.

La dottoressa Camilla Zini, infatti, potrà rispondere a domande riguardo ai menù proposti, alla provenienza degli alimenti utilizzati, allo sporzionamento, alla gestione del servizio, ad eventuali problematiche, a necessità particolari come le diete speciali.

I genitori potranno contattare la dietista al numero di cellulare 3351392282 o per email a sportellodietistamont@dussmann.it

«Lo sportello della dietista è un servizio in più che il Comune mette a disposizione delle famiglie e degli insegnanti. Un modo per accorciare le distante e rispondere in maniera chiara, veloce e puntuale ai dubbi e alle necessità che possono emergere durante l’anno scolastico. — spiega l’assessore alla pubblica istruzione, Antonella Baiano — La mensa, infatti, è un momento educativo molto importante e crediamo che l’educazione alimentare vada incentivata e promossa fin dalla più tenera età, stando al fianco delle famiglie e supportandole concretamente».

L’assessore Baiano

Oltre allo sportello della dietista, dall’inizio del nuovo anno scolastico le famiglie montemurlesi hanno trovato un’altra piacevole novità.

I bambini che frequentano la scuola primaria all’Alberto Manzi di Morecci, all’Anna Frank di Oste e alla paritaria del Sacro Cuore di piazza Contardi a Montemurlo non devono più portare da casa i piatti per la mensa; alla Margherita Hack di Bagnolo il nuovo servizio prenderà il via a novembre, dopo la conclusione dei lavori di consolidamento sismico effettuati dal Comune nell’atrio della scuola.

Nei refettori scolastici delle primarie del territorio, infatti, sono state installate delle lavastoviglie che consentono di lavare direttamente a scuola piatti di ceramica e bicchieri di vetro usati per il pranzo.

Le lavastoviglie sono state installate direttamente dall’azienda che ha vinto l’appalto per la refezione scolastica, la Dussmann Service srl, multinazionale tedesca.

Un vantaggio per l’igiene dei bambini (niente più piatti sporchi negli zaini), ma anche per i genitori che ogni sera non dovranno più preoccuparsi di lavare e preparare le stoviglie per il pranzo del giorno successivo.

«Una scelta importante e vantaggiosa, che va a ridurre la quantità di rifiuti prodotti. Molto spesso succedeva, che alcuni bambini si dimenticassero di portare l’occorrente per il pranzo e quindi si era costretti a ricorrere a piatti e bicchieri in plastica. — conclude l’assessore Baiano — Un’attenzione costante verso i bambini, il loro benessere e la loro salute a scuola».

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email